Home FIORENTINA Sousa smorza le polemiche. "Io devo pensare solo a far girare la...

Sousa smorza le polemiche. "Io devo pensare solo a far girare la squadra e a vincere contro la Lazio"

191
0

“Aria pesante attorno alla Fiorentina? Io sono tranquillissimo e devo pensare solo ad allenare e a vincere ogni partita”. Così Paulo Sousa alla vigilia della gara interna con la Lazio, delicata per le tante tensioni e importante perché per i viola ci sono ancora punti utili per l’Europa. “Possibilità per il 6° posto? Io credo nella voglia di vincere ogni gara – ha ribadito il tecnico viola – Lavoro ogni giorno per riuscirci ed è quello che mi aspetto domani al di là della grande forza collettiva e individuale della Lazio”. Tra i viola certe le assenze di Gonzalo Rodriguez per squalifica e di Badelj per infortunio. Non ci sarà in tribuna Andrea Della Valle impegnato in Asia per affari. “Io credo nella voglia di vincere ogni gara, lavoro ogni giorno per riuscirci ed è quello che mi aspetto anche domani, al di là della forza di questa Lazio”. Paulo Sousa è ormai ai titoli di coda (è in arrivo Stefano Pioli) ma sa che lasciare una Fiorentina in Europa sarebbe il modo migliore per congedarsi dopo un’annata assai complicata. Il tecnico portoghese comunque è apparso imperturbabile davanti al clima di contestazione e ai recenti sfoghi di Andrea Della Valle (domani non sarà al Franchi perché in Asia per affari) e Bernardeschi. “Cosa penso? Solo ad allenare e a conquistare sempre i tre punti, sono tranquillissimo” ha tagliato corto. Di certo per i tifosi viola interessa di più vedere la Fiorentina tornare al successo dopo il ko di Palermo e pari in extremis con il Sassuolo) e restare fino all’ultimo in corsa per il sesto posto: per riuscirci però dovrà fermare questa Lazio in grande spolvero: “E’ una squadra molto forte a livello individuale e collettivo, temo la sua convinzione, la velocità, la fisicità, l’abilità a far gioco, le sue ripartenze” ha detto Sousa che domani dovrà fare a meno dell’infortunato Badelj e dello squalificato Gonzalo Rodríguez, oggi premiato dal presidente esecutivo Cognigni con una targa per le 200 presenze in viola, comunque prossimo all’addio a parametro zero. Ventiquattro in tutto i convocati fra i quali il baby centrocampista portoghese Reimao, solo una manciata di minuti giocati in Primavera, e Bernardeschi reduce dal gol al 94′ al Sassuolo e annunciato tra i titolari dopo due esclusioni di fila. Al riguardo però Sousa non ha voluto sbilanciarsi: “Lui è in lizza come altri. Ha avuto dei periodi in cui non stava bene fisicamente e per questo non veniva neppure convocato, altri in cui c’era chi mi dava maggiori garanzie”. Un’ammissione destinata a far discutere.

Leggi questo articolo su: http://www.gonews.it/2017/05/12/sousa-parla-vista-fiorentina-lazio-clima-pesante-tranquillissimo/
Copyright © gonews.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here