Home Magazine Musica & spettacoli Rollings Stones al Lucca Summer Festival. In un ora venduti 25.000 biglietti

Rollings Stones al Lucca Summer Festival. In un ora venduti 25.000 biglietti

267
0

Per il concerto dei Rolling Stones al Lucca Summer Festival, unica data italiana, in programma il 23 settembre, sono stati venduti 25.000 biglietti in 60 minuti. Lo rende noto TicketOne.

Dalle ore 10.00, inizio ufficiale delle vendite al pubblico, alle ore 11.00 sono stati venduti 24.745 biglietti. Al momento i biglietti venduti per l’attesissimo evento di Lucca sono 50.700. Gli ordini eseguiti dagli acquirenti sono stati 9.608 e i biglietti sono stati assegnati a 8.900 differenti clienti. Sono stati raccolti 8.900 differenti indirizzi di spedizione ai quali nei prossimi giorni saranno recapitati i biglietti per la partecipazione all’attesissimo evento.

 

TicketOne, in un comunicato, precisa che è stato uno degli eventi di maggior successo di sempre in termini di richieste da parte dei fan e per numero di biglietti venduti in pochi minuti.

La richiesta è stata 3 volte superiore alla disponibilità effettiva dei biglietti. Rra le ore 9.00 e le ore 10.00 sono state registrate 35.000 sessioni contemporanee e al primo minuto dall’apertura apertura sono stati 19.000 i biglietti inseriti nei “carrelli” dagli utenti. Nessuna sala d’attesa è stata attiva durante la vendita odierna, a dimostrazione delle ineguagliabili capacità della piattaforma di TicketOne in grado servire migliaia di utenti contemporaneamente.

I controlli effettuati sulle transazioni hanno consentito di individuare 35 ordini considerati sospetti e riconducibili a soggetti che hanno acquistato in precedenza. A fronte delle verifiche sono stati annullati 95 biglietti che sono stati resi nuovamente disponibili ai fan.

Nei primi 15 minuti sono stati venduti 18.418 biglietti, nei primi 30 minuti sono stati venduti 21.933 biglietti e nel corso della prima ora sono stati venduti 24.745 biglietti. Questa la distribuzione geografica delle vendite: Italia 90 % il restante 10% distribuito tra Olanda, Gran Bretagna, Spagna, Svizzera, Polonia e Stati Uniti.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here