Home Magazine CMT apre i battenti: è il più grande centro diagnostico della Toscana

CMT apre i battenti: è il più grande centro diagnostico della Toscana

1027
0

Esterni 1È il più grande centro diagnostico multispecialistico della Toscana. Il CMT – Centro Medico Toscano sorge nei pressi del casello autostradale di Firenze Sud, a breve distanza dall’ospedale Santa Maria Annunziata, nel comune di Bagno a Ripoli. Si sviluppa su circa mille metri quadrati ed è formato da un’ampia accettazione, oltre a sedici ambulatori diagnostici, quattro radioterapici, tre odontoiatrici ed un punto prelievi. La struttura è inoltre dotata di un parcheggio esclusivo, interrato, di tremilacinquecento metri quadrati, per un totale di centoventi posti auto.

“Le principali caratteristiche del centro – afferma il dottor Alberto Appiacciafuoco, direttore sanitario – sono l’apertura garantita sette giorni su sette, da mattina a sera, di avere quaranta specialità, con altrettanti professionisti medici dedicati. Gli addetti in totale sono sessanta. Qui di fatto non ci sono liste d’attesa, garantendo una prenotazione immediata, assicurando una risposta altamente qualificata entro due giorni. La struttura è completamente nuova, rispondendo a tutti i canoni di sicurezza e modernità. Le attrezzature sono quelle di più recente concezione, presenti sul mercato. Il personale lavora per accogliere ogni genere di richiesta da parte dei pazienti, offrendo in realtà un’immediata risposta ai bisogni della popolazione sul fronte sanitario”.

Fabrizio Baldi - Paola Baldi - Alberto Tassi

Da parte sua, Paola Baldi, direttore generale, sottolinea che “Il CMT è seguito da uno staff molto professionale dall’accettazione alla refertazione finale. Seguo personalmente i pazienti. Chi si rivolgerà al CMT sarà sempre sicuramente coccolato ma l’aspetto principale è la qualità della prestazione sanitaria che siamo in grado di offrire. Desideriamo seguire il paziente in tutti quelli che sono gli aggiornamenti e il percorso con il proprio medico personale per essere pronti se necessario ad intervenire”.

Punto centrale per il CMT è l’alta qualità ad un costo accessibile, come fa sapere Fabrizio Baldi, amministratore unico: “Non è un centro low-cost ma siamo indirizzati a tutte le categorie sociali, dalle più agiate alle meno abbienti”.

L’idea del CMT è nata dal titolare, Alberto Tassi, insieme al direttore generale Paola Baldi. “Da subito ho apprezzato il progetto – ricorda Tassi – e abbiamo così iniziato a pensare, studiare, strutturare il tutto. Ho avuto inoltre alcuni soci finanziatori, che ho introdotto all’interno dell’azienda ed è così iniziata la storia del CMT”.

Esterni superiore

Una struttura che si pone obiettivi ambizioni e che ha tutte le carte in regola per raggiungerli. “Anzitutto – afferma Appicciafuoco – di dare risposte alla popolazione in un lavoro di integrazione con la sanità pubblica che in questo momento può avere alcune difficoltà di risposta per le attività ambulatoriali. Il CMT, essendo dotato di radiodiagnostica con risonanza e tre riuniti di odontoiatria, copriamo tutte le discipline che la cittadinanza può richiedere”.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here