Home Focus Il Comune di Firenze ‘boccia’ Artigianato e Palazzo e nega ex post...

Il Comune di Firenze ‘boccia’ Artigianato e Palazzo e nega ex post il finanziamento

428
0

È notizia di pochi giorni fa: dopo aver ricevuto nei mesi passati dall’Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Firenze la conferma dell’ammissione ad un cofinanziamento in caso di perdita vista l’importanza della manifestazione Artigianato e Palazzo per la città, l’Associazione Giardino Corsini si è vista negare la cifra di 4.700 euro dalla Commissione tecnica che ex post ha valutato “insufficiente” l’ultima edizione della Mostra al Giardino Corsini.

Le motivazioni, come si legge in una nota  degli organizzatori,  che sono state prodotte indicano che l’innovativo progetto BLOGS&CRAFTS promosso da Artigianato e Palazzo, per cui era stato richiesto e previsto il contributo, pur essendo definito di ottima qualità, non è stato ritenuto idoneo in quanto presenta elementi di originalità oramai consolidati”, “solo parzialmente valorizza l’artigianato fiorentino” e “non coinvolge le realtà economiche circostanti”.

BLOGS&CRAFTS è una “manifestazione nella manifestazione”, in cui ogni anno dieci nuovi giovani artigiani under 35 sono selezionati ed ospitati gratuitamente per mostrare i propri manufatti al pubblico, commentati sui principali Social Network da altrettanti blogger, anch’essi diversi ad ogni edizione ed ospitati a Firenze per l’occasione a spese dell’Organizzazione.
Una occasione unica per questi giovani artigiani e comunicatori provenienti da varie parti d’Italia di entrare in contatto con i grandi “maestri” della tradizione artigiana fiorentina, con le attività ad essi collegate ma soprattutto con il pubblico numeroso, tutti elementi su cui la mostra poggia le sue fondamenta.

Georgiana Corsini ha evidenziato come sia “incredibile ed umiliante sentirsi negare adesso un contributo – benché marginale – sul quale però avevamo fatto affidamento dopo che nel 2016, avendo la nostra Associazione chiuso l’anno in pareggio, non ci era stata assegnata una cifra ben maggiore che ci era però stata promessa riconoscendo la qualità del nostro lavoro”.
Riscontrando molte contraddizioni nel giudizio prodotto per le altre manifestazioni ammesse ai finanziamenti, agli Organizzatori viene il sospetto che questa decisione abbia tutte le caratteristiche del “giudizio personale” e non oggettivo, in quanto non si può penalizzare un progetto per la sua perseveranza nel voler preservare e promuovere l’alto artigianato e il valore del fatto a mano.

Sono andato a parlare con l’assessora Del Re per avere spiegazioni come il babbo di un bambino che ha preso un brutto voto – 5 e 1/2, insufficienza, matita rossa! – una esperienza che mi sarei volentieri risparmiato dopo venticinque anni di impegno costante per promuovere l’artigianato, a Firenze e non solo”, ha spiegato Neri Torrigiani.

 Artigianato e Palazzo in questi anni ha ospitato a Firenze circa 750 maestri artigiani selezionati in rappresentanza di 155 mestieri diversi, sia fiorentini che provenienti dal resto d’Italia e dall’estero tanto da avere raccolto molti commenti positivi su questa inizativa.

 Lo stesso Dario Franceschini, Ministro dei beni e delle attività culturali e del turismo, ha detto che questa manifestazione “rappresenta un settore vitale del nostro Paese, fatto di persone animate da passione, sensibilità e intraprendenza, capaci di cogliere nella tradizione gli spunti della modernità e innovare il prodotto.

Gli organizzatori sono inoltre molto amareggiati – dopo anni di lavoro con l’Amministrazione – per la mancata candidatura lo scorso maggio di Firenze a “Città Creativa UNESCO per l’Artigianato” da parte proprio del Comune di Firenze, che consideravano altamente strategica per la promozione del precario mondo che ruota attorno al “saper fare e saper comunicare”.

Artigianato e Palazzo ringrazia invece ancora una volta chi in questo progetto ha creduto fin dall’inizio: la Fondazione Cassa di Risparmio di Firenze per il lungimirante sostegno che tutti gli anni conferma, assieme al contributo di Fondazione Ferragamo e Starhotels proprio al progetto BLOGS&CRAFTS.

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here