Home MAGAZINE Parrocchia Sacro Cuore al Romito, Il 14 dicembre il secondo Concerto dell’Avvento

Parrocchia Sacro Cuore al Romito, Il 14 dicembre il secondo Concerto dell’Avvento

Redazione
971
0

Giovedì 14 dicembre alle ore 21.15 avrà luogo presso la Parrocchia Sacro Cuore al Romito (piazza Filippo Baldinucci 6, Firenze) il secondo concerto per l’Avvento per festeggiare il restauro e l’ampliamento dell’organo rimasto silenzioso per circa 26 anni.
Era infatti il 1991 quando fu deciso di smontare l’organo, realizzato nel dopoguerra in previsione di una ristrutturazione della Chiesa e di una sua futura ricollocazione. Alla fine del 2001, alcuni parrocchiani decisero di restaurare l’organo con l’appoggio del Parroco Don Vincenzo Lo Castro (che era subentrato ai Padri Cappuccini) e con la consulenza ed il supporto di Don Vasco Giuliani, sacerdote della Diocesi di Firenze che all’attività pastorale univa una grande competenza e passione organaria.
In quel momento partì un’avventura che sarebbe durata 16 anni, lavorando nei periodi e nei tempi di disponibilità dei parrocchiani che facevano e fanno altro nella vita professionale. Nel 2005 l’organo fu comunque restituito all’uso liturgico Tra i parrocchiani che si spesero da subito nell’ardua impresa c’era Giulio Cavini Benedetti, scomparso nel 2008. Fine ingegnere ed appassionato musicista, Giulio progettò e realizzò elementi importanti del nuovo strumento. Per questo motivo l’organo restaurato e ampliato non poteva che essere dedicato a lui.
Lo strumento dispone di 1750 canne, distribuite su 34 registri con due manuali da 61 tasti ed una pedaliera di 32 pedali ed è posto immediatamente dietro al presbiterio, all’interno dell’arco che univa l’aula liturgica con il retro altare.
Il programma del concerto prevede l’esecuzione di brani musicali di Mozart, Bagnoli e Sessa interpretati dalla Cappella Musicale dell’Insigne Basilica di San Lorenzo diretta da Umberto Cerini e accompagnati all’organo da Riccardo Torricelli.
Ingresso libero.
 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui