Home Focus Donzelli (Fdi) con una mostra denuncia i rapporti fra Fidi Toscana e...

Donzelli (Fdi) con una mostra denuncia i rapporti fra Fidi Toscana e le famiglie Renzi (Chil) e Lotti (Bcc Pontassieve)

admin
409
0

 Dieci pannelli che raccontano la storia dei debiti contratti dalla Chil, azienda della famiglia Renzi, “garantiti con soldi pubblici tramite la finanziaria della Regione Fidi Toscana e mai restituiti”. E’ stata inaugurata in Consiglio regionale della Toscana la mostra che sarà in esposizione al gruppo di Fratelli d’Italia da oggi al 5 gennaio 2018 dal titolo “La denuncia di Fratelli d’Italia in Regione Toscana sui rapporti tra Fidi Toscana e l’azienda della famiglia Renzi”. Fra i documenti in mostra anche il mutuo concesso dalla Bcc di Pontassieve e firmato sia da Tiziano Renzi che da Marco Lotti, padre dell’attuale Ministro dello Sport, in qualità di gestore aziende della filiale. “Qualcuno ha dubitato sulla veridicità delle nostre denunce – spiega il capogruppo in Consiglio regionale Giovanni Donzelli che ha scoperchiato il caso con numerose interrogazioni – da oggi i cittadini potranno verificare con i loro occhi ciò che è successo: i documenti parlano da soli”.

“Il denaro pubblico utilizzato per coprire il mutuo non è mai stato recuperato perché la Chil è poi fallita – sottolinea Donzelli – è una vergogna che i soldi dei cittadini siano stati utilizzati per coprire i debiti contratti dai Renzi. Per di più la garanzia è stata coperta da Fidi all’80% come previsto per le aziende toscane femminili: eppure dopo aver ottenuto il fido l’azienda è passata nelle mani di Tiziano Renzi e si è spostata in Liguria”. Nei pannelli in mostra, oltre ad una ricostruzione e il documento ufficiale in cui si concede la garanzia, ci sono anche le informazioni societarie su Fidi Toscana e il suo regolamento per i finanziamenti, così come l’assunzione del Comune di Firenze per Luca Lotti come responsabile della segreteria dell’allora sindaco Matteo Renzi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui