Home Magazine I finalisti de La Fabbrica della Comicità.com comici o Miseria

I finalisti de La Fabbrica della Comicità.com comici o Miseria

Redazione
670
0

Si è svolta ieri sera, mercoledì 11 luglio, presso le Terrazze Michelangelo, a due passi dal Piazzale Michelangelo, l’ultima semifinale della quinta edizione de La Fabbrica della Comicità.Com Comici o Miseria, il concorso nazionale di comicità che fin dalla sua prima edizione ha lanciato molti artisti nel mondo dello spettacolo.

Presentatore della serata è stato il vincitore della passata edizione Andrea Paris che ha sostituito Stefano Baragli che riprenderà le redini a settembre al Teatro Le Laudi.

Andrea Paris ha condotto in modo brillante la manifestazione intervallando con alcune gag la presentazione dei sei semifinalisti che si sono esibiti davanti alla giuria: Dennis Gorda di Milano, Alessandro Furnò di Pavia, il duo I Billy Boing di Bari, Barbara Pierucci di Firenze, Marco Rea di Napoli e Max Fortuna di Torino.

Al termine della serata la giuria composta di giornalisti, personaggi dello spettacolo, tra cui anche Riccardo Azzurri che si è anche esibito cantando una delle sue canzoni, addetti ai lavori e opinion leader ha scelto i tre finalisti che, insieme agli altri sei provenienti dalla semifinale romane e dalla prima fiorentina, accederanno alla finale che sono: Marco Rea, il duo I Billy Boing e Alessandro Furnò (provenienti dalla semifinale di ieri sera): Mauro Ardia, Davide Calgaro e il Duo Concert Jouet (primi tre classificati della prima semifinale fiorentina); Daniele Serboli, Davide Di Meglio e Lucia Arrigoni primi classificati alla prima semifinale che si è svolta a Roma i primi di giugno. A loro si aggiungerà un decimo finalista ripescato dall’organizzazione.

Durante la finale i concorrenti si esibiranno davanti alla giuria tecnica e alla giuria del pubblico, che darà un proprio premio, e sarà premiato il vincitore di Oh ci risono, il contest web sul sito dell’organizzazione che sta rimettendo in gioco attraverso una votazione gli eliminati.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui