Home MAGAZINE I finalisti de La Fabbrica della Comicità.com comici o Miseria

I finalisti de La Fabbrica della Comicità.com comici o Miseria

63
0

Si è svolta ieri sera, mercoledì 11 luglio, presso le Terrazze Michelangelo, a due passi dal Piazzale Michelangelo, l’ultima semifinale della quinta edizione de La Fabbrica della Comicità.Com Comici o Miseria, il concorso nazionale di comicità che fin dalla sua prima edizione ha lanciato molti artisti nel mondo dello spettacolo.

Presentatore della serata è stato il vincitore della passata edizione Andrea Paris che ha sostituito Stefano Baragli che riprenderà le redini a settembre al Teatro Le Laudi.

Andrea Paris ha condotto in modo brillante la manifestazione intervallando con alcune gag la presentazione dei sei semifinalisti che si sono esibiti davanti alla giuria: Dennis Gorda di Milano, Alessandro Furnò di Pavia, il duo I Billy Boing di Bari, Barbara Pierucci di Firenze, Marco Rea di Napoli e Max Fortuna di Torino.

Al termine della serata la giuria composta di giornalisti, personaggi dello spettacolo, tra cui anche Riccardo Azzurri che si è anche esibito cantando una delle sue canzoni, addetti ai lavori e opinion leader ha scelto i tre finalisti che, insieme agli altri sei provenienti dalla semifinale romane e dalla prima fiorentina, accederanno alla finale che sono: Marco Rea, il duo I Billy Boing e Alessandro Furnò (provenienti dalla semifinale di ieri sera): Mauro Ardia, Davide Calgaro e il Duo Concert Jouet (primi tre classificati della prima semifinale fiorentina); Daniele Serboli, Davide Di Meglio e Lucia Arrigoni primi classificati alla prima semifinale che si è svolta a Roma i primi di giugno. A loro si aggiungerà un decimo finalista ripescato dall’organizzazione.

Durante la finale i concorrenti si esibiranno davanti alla giuria tecnica e alla giuria del pubblico, che darà un proprio premio, e sarà premiato il vincitore di Oh ci risono, il contest web sul sito dell’organizzazione che sta rimettendo in gioco attraverso una votazione gli eliminati.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here