Home MAGAZINE Sofri libero per fine pena

Sofri libero per fine pena

admin
415
0

L’ufficio di sorveglianza di Firenze spiega che la liberazione doveva avvenire a febbraio; e’ stata anticipata dopo la richiesta di Sofri di avvalersi dell’ultima riduzione di pena: ogni sei mesi i detenuti maturano uno ‘sconto’ di 45 giorni per buona condotta. Al provvedimento dell’ufficio di sorveglianza dovrebbe gia’ aver fatto seguito l’ordine di scarcerazione, per ‘fine pena anticipata’, firmato dalla procura generale di Milano. Sofri stava trascorrendo i domiciliari nella sua casa sulle colline fiorentine.

L’ex leader di Lotta Continua stava scontando scontava la pena ai domiciliari per motivi di salute e aveva permessi per uscire. Secondo quanto si apprende, la liberazione sarebbe dovuta avvenire a febbraio, ma sarebbe stata anticipata dopo la richiesta di Sofri di avvalersi dell’ultima riduzione di pena. Sofri venne condannato quale mandante dell’omicidio del commissario Calabresi. Nel giugno del 2005 ha ottenuto la semiliberta’ per collaborare con la scuola normale superiore di Pisa alla sistemazione degli archivi di Eugenio Garin e Sebastiano Timpanaro. Nel 2005, pero’ si ammalo’ di una rara malattia e venne ricoverato a Pisa. Ha trascorso gli ultimi 5 anni agli arresti domiciliari. Da oggi ufficialmente e’ un libero cittadino.

Adriano Sofri e’ ora  ufficialmente libero per aver finito di scontare la condanna a 22 anni per l’omicidio del commissario Luigi Calabresi, avvenuto nel 1972 a Milano. Sofri, dopo un lungo iter giudiziario, era stato condannato a 22 anni in via definitiva nel 1997, insieme a Ovidio Bompressi e Giorgio Pietrostefani, in seguito alla confessione e testimonianza dell’ex militante di Lotta Continua Leonardo Marino. Sofri si e’ sempre dichiarato estraneo alla vicenda e non ha mai presentato richiesta di grazia, anche se in un’intervista del 2009 al ‘Corriere della Sera’ pur ribadendo la sua innocenza si e’ assunto la corresponsabilita’ morale dell’omicidio.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui