Home Agenda Rischio taglio per i treni regionali

Rischio taglio per i treni regionali

289
0

trenitaliaIl taglio nazionale sui finanziamenti alle regioni di circa 1,5 miliardi di euro ha ricadute pesanti sulla  Toscana che vede 50 milioni di euro in meno di trasferimenti diretti per Trenitalia Toscana come hanno evidenziato  Ciro Recce segretario generale aggiunto Cisl Toscana e Stefano Boni segretario generale Fit-Cisl Toscana.  Per questo hanno diramato il seguente comunicato:

"La Regione, per quanto riguarda il ferro, si impegna per il 2012, ad assicurare circa 209 milioni di euro più circa 116 milioni di euro da ricavi dei biglietti (77% corse semplici e 23% da abbonamenti). Pesa come un macigno il forte taglio finanziario attuato dal governo sul TPL per il 2012 e per gli anni a venire e comunque fino al 2014; in tale data scade il contratto di servizio.

"Se questo abbattimento fosse confermato, saranno tagliati circa 1/5 dei treni regionali attuali corrispondenti a circa -5 milioni di treni Km, tornando all’offerta ante memorario del 2003. Va poi tenuto conto che con l’offerta invernale, le ferrovie taglieranno anche alcuni treni del servizio universale (intercity, espressi, ecc) come il 583/586 e il 587/590, che oggi servono il bacino aretino. Inoltre, Trenitalia ha bloccato e rinviato a data da destinarsi, le gare per l’acquisto per i treni regionali (circa 100 treni elettrici e diesel) per un valore di circa 2 miliardi di euro, mettendo nel cassetto la speranza per i viaggiatori di avere treni nuovi confortevoli e sicuri.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here