Home CRONACA Ciclone al Sud, primavera al Centro-Nord: weekend dai due volti

Ciclone al Sud, primavera al Centro-Nord: weekend dai due volti

admin
137
0

Venti forti e piogge intense tra le Isole maggiori e il versante ionico, con possibili nubifragi in risalita dal Nord Africa. Mentre al Nord tornerà a splendere il sole. Sono queste le previsioni meteo del primo weekend di marzo. Il tempo vedrà dunque ancora residua instabilità al Sud, mentre al Centro-Nord il cielo sarà sereno o poco nuvoloso tranne addensamenti il sabato tra Marche, Abruzzo e Molise e la domenica tra Liguria di Levante ed Alta Toscana.

iLMeteo.it, indica appunto nell’attuale ciclone Mediterraneo, vagante da giorni sul Mar Tirreno, un altro indizio dei cambiamenti climatici: dopo il Medicane, l’uragano Mediterraneo che ha colpito la Sicilia esattamente tre settimane fa, un altro ciclone dai connotati simil-tropicali sta interessando, da numerosi giorni, gran parte dell’Italia. Questi TLC (Tropical Like Cyclones o uragani mediterranei), sono favoriti dal riscaldamento globale, così come l’aumento dell’intensità delle precipitazioni, la durata dei periodi siccitosi e, come sappiamo bene ma ce lo scordiamo in inverno, il dramma del caldo soffocante dell’Estate italiana.

Potremmo dire, infatti, che mancano solo 2 mesi al caldo africano: un anno fa, la prima ondata di calore colpì l’Italia dal 10 maggio; se quest’anno 2023, come indicato dalle previsioni stagionali, risulterà ancora più caldo dell’anno record 2022, non è impossibile confermare il via dell’estate tra circa 60 giorni! E con i cambiamenti climatici anche questo ennesimo ciclone Mediterraneo, dai connotati tropicali, potrà avere ancora vita lunga, in particolare al Sud con maltempo per altre 36-48 ore. Negli ultimi giorni, lo stesso vortice simil-tropicale ha portato la neve sulle spiagge di Ibiza, qualche fiocco a Bologna, Modena e ha scaricato temporali intensi, fuori stagione, dalla Sicilia all’Albania e fino alla Grecia.