Home PRIMO PIANO Corte a Piombino da tutta Italia per dire no all’arrivo del rigassificatore....

Corte a Piombino da tutta Italia per dire no all’arrivo del rigassificatore. Contestati Meloni e Giani

admin
178
0

Da tutta Italia a Piombino per contestate l’arrivo della Nave a Piombino a metà della prossima settimana. Nella notte erano atate appesi due cartelloni con la presidente del consiglio Meloni e il presidente della Toscana Giani. Le immagini erano con la testa verso terra e una svastica.

Al momento degli interventi il sindaco Ferrari, che precedentemente si era allontanato dal palco perchè non lo lasciavano parlare, ha preso la parola:

“Condanno nettamente le immagini proiettate sul Comune. Sono peraltro estranee alla manifestazione di oggi, che è civile”.  “La nostra non è una posizione ideologica – ha precisato il sindaco – ma tecnica contro la nave rigassificatrice nel porto. Come sindaco non entro nel merito di gasdotti o hub del gas, ma ho posto problemi di sicurezza per l’impianto di Piombino”.

Gli  organizzatori parlano di 2500 presenze per dire un ultimo no al rigassificatore di Piombino, atteso nella prossima settimana, intorno al 15 marzo. In testa gli striscioni No rigassificatore Rete “No gnl” e “Territori in cammino Liberiamoci dal fossile”. da poco La manifestazione a Piombino è stata organizzata dalla Rete No Rigass No Gnl e dagli ideatori della campagna “Per il Clima, fuori dal fossile”.

A sfilare in un corteo eterogeneo e colorato che durante il tragitto è cresciuto in modo esponenziale.