Home PRIMO PIANO La Città dei Lettori torna da fine maggio. A Villa Bardini dal...

La Città dei Lettori torna da fine maggio. A Villa Bardini dal 7 all’11 giugno

Lorenzo Ottanelli
224
0
la città dei lettori

Un ricco calendario di appuntamenti, anche quest’anno, per la sesta edizione de La città dei lettori. Oltre alla storica kermesse a Villa Bardini, che questa volta si terrà dal 7 all’11 giugno, tornano le tappe su tutto il territorio toscano. Si parte da Prato, al Centro Pecci a fine maggio, e si finisce a Cavriglia, probabilmente a novembre. Molti i ricordi di autori e personaggi, come quello a Fabio Picchi, grazie alla lettura dei suoi libri da parte di Maria Cassi, e allo spettacolo “Diavolacci”, creato dal Teatro del Sale.

Tante le novità dell’edizione numero sei, che vedranno un grande filo rosso: la fiaba e l’arte di raccontare storie. Un modo per ricordare Italo Calvino, per il centenario della sua nascita. Italo Calvino, infatti, ha raccolto, durante gli anni Cinquanta, le fiabe italiane, viaggiando, ascoltando e poi trascrivendo. E così la narrazione orale torna ad essere punto cardine di un’edizione che vuole essere un appuntamento fisso dell’estate fiorentina e toscana, ma con una grande forza attrattiva.

A Villa Bardini le giornate diventano cinque e una sarà completamente dedicata alla scienza. Quest’anno, infatti, si festeggiano i quattrocento anni dalla pubblicazione de “Il saggiatore” di Galileo Galilei. Per ricordarlo, saranno presenti, tra gli altri, alcuni dei più importanti divulgatori e analisti scientifici, tra i quali anche la virologa Antonella Viola e il neuroscienziato Vallortigara.

I numeri e gli ospiti

In tutto si alterneranno oltre 100 ospiti per 40 giornate e 18 comuni, diffusi in otto delle dieci province toscane, che fanno diventare la Città dei lettori una Toscana dei lettori. Riconfermate molte delle città e dei borghi della scorsa edizione, con qualche aggiunta. Tra questi ci sono Poggibonsi, San Miniato e Cavriglia. Tra gli ospiti tantissimi nomi della letteratura nazionale e internazionale come Bernardine Evaristo e Vivian Lamarque, ma anche Nicola Lagioia a Carlo Ginsburg, passando per Vera Gheno e Igiaba Scego. Torna anche il tour della cinquina del Premio Strega, con i finalisti del premio letterario più importante d’Italia, nelle tappe di Firenze ed Arezzo.

I laboratori

Durante la tappa fiorentina, si svolgerà il laboratorio curato dalla Scuola Holden, la scuola di scrittura di Torino creata da Alessandro Baricco. Il laboratorio, prima collaborazione tra le due realtà, verrà svolto dallo scrittore Cristiano Cavina. Durante le altre tappe Emanuele Coen porterà la sua “Trilogia dell’Eros” accompagnato da alcuni fumettisti, mentre Lilith Moscon racconterà le biografie di altri autori. Interessante, infine, la proposta di un incontro tra generazioni, affidato a Luca Starita.

I premi e la rivista “Leggere cambia tutto”

Durante la tappa di Bagno a Ripoli, il 22 settembre, sarà presente anche il 36esimo vincitore del Premio Italo Calvino, uno dei più importanti riconoscimenti per esordienti e inediti. Torna, poi, il Premio Città dei Lettori, affidato a uno dei partecipanti all’edizione numero sei. Mentre il 16 maggio esce per Clichy la terza edizione della rivista “Leggere cambia tutto”, con molti degli scrittori ospiti di questa lunga edizione letteraria.

Tantissimi gli appuntamenti e le collaborazioni, tra le quali ricordiamo quelli con la libreria Todo Modo e con Fenysia, scuola di linguaggi della cultura.

Il programma completo sarà disponibile a breve su

La città dei lettori – il festival, la rivista e gli appuntamenti di chi ama leggere (lacittadeilettori.it)

La Città dei Lettori è la manifestazione creata dall’Associazione Wimbledon, insieme alla Fondazione CR Firenze e patrocinata, tra gli altri, dal Ministero della Cultura, dalla Polizia di Stato, dal Comune di Firenze ed Estate Fiorentina, dalla Regione Toscana e da tutti gli enti locali che ospiteranno gli eventi.

La stampa enogastronomica festeggia dieci anni a Villa Bardini nel ricordo di Giulio Gambelli | La Gazzetta di Firenze