Home Senza categoria A Siena è spuntato un raggio di sole

A Siena è spuntato un raggio di sole

admin
475
0

A Siena la Fiorentina, nonostante non abbia brillato, ha permesso all’allenatore Rossi di rendersi conto su quale schema ma soprattutto su quali uomini puntare, per il futuro e  per uscire dalla crisi attuale.

I promossi, non tanto per la partita di ieri , ma in prospettiva futura  sono certamente il giovane difensore Nastasic che ha dato maggiore sicurezza ai due centrali per le incursioni degli avversari da sinistra. Cosa impensabile con Pasqual, che ha dimostrato di aver un ottimo piede nei cross dalla sinisitra. In fondo è un doppione di Vargas. E fino a quando Vargas vestirà la maglia viola sarà bene che Pasqual si accomodi in panchina per avere una difesa più organica e sicura.

Stessa cosa sulla fascia destra della difesa  dove De Silvestri si è ancora dimostrato inaffidabile per un difesa a quattro. L’ex  laziale vaga per il campo seguendo la palla senza presidiare la zona che gli è stata assegnata. Un  poco come avviene nei campetti parrochiali dove tutti corrono dietro alla palla lasciando liberi gli avversari. In questa ottica Romulo che da buon brasiliano è portato ad attaccare si è dimostrato molto attento alle direttive di Rossi, coprendo bene la zona Quindi De Silvestri , in attesa del rientro di Cassani, passa in terza fila dietro allo stesso Romulo.

A Siena la Fiorentina, nonostante non abbia brillato, ha permesso all’allenatore Rossi di tirare le somme dopo questi primi giorni di permanenza a Firenze  e di rendersi conto su quale schema ma soprattutto su quali uomini puntare per uscire dalla crisi attuale.

Per motivi diversi Gilardino e Jovetic non hanno alternative anche se per il centravanti di Biella si tratta di ritrovare la forma psicologica dei vecchi tempi per tornare a guadagnarsi la maglia numero 9 fin dall’inizio dell’incontro.

Intanto Rossi ha mandato un chiaro messaggio a tutti i componenti la rosa: chi serve è bene che resti  ma con la mentalità giusta, chi invece non trova spazio è giusto che cerchi soluzioni alternative.

Da rivedere il centrocampo anche perché, fino ad ora Rossi non ha potuto schierare la squadra che ha in mente per infortuni o squalifiche. Certo Cerci e Lazzari devono superare  l’esame di riparazione se vogliono  avere la possibilità di lottare per un  posto in squadra e non accomodarsi in tribun.

Ecco l’ elenco di quelli che dovrebbero essere sul piede di partenza seguendo le poche parole, anzi sillabe che Rossi ha manifestato dopo il pareggio di Siena. Ovvero seguire il Rossi pensiero.

 

Destinati a lasciare Firenze

Vargas,

Marchionni,

Felipe,

Koldrup,

Kharja,

De Silvestri

Ljajic

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui