Home Magazine Musica & spettacoli Drusilla Foer colpisce ancora: canta e si racconta in un recital

Drusilla Foer colpisce ancora: canta e si racconta in un recital

601
0

drusilla foer (2)Drusilla Foer colpisce ancora. Arriva a teatro con lo spettacolo “Eleganzissima” in cui canta e si racconta in modo del tutto inedito. L’appuntamento è il 6 e il 7 febbraio con una replica eccezionale lunedì 8 al teatro della Limonaia di Sesto Fiorentino (ore 21). Le date sono già sold out tanta e tale era l’attesa per il debutto sul palcoscenico di Drusilla Foer.
La Signora è un’icona di stile e una star di Facebook, una musa per stilisti del calibro di Yves Saint Laurent e Karl Lagerfeld. In televisione è apparsa nel programma di Serena Dandini “The show must go off”, al cinema con Ferzan Özpetek in “Magnifica Presenza”. Non si contano le partecipazioni a programmi radiofonici. “Eleganzissima” offre la possibilità alla Signora di dare sfogio del suo savoir faire, del suo garbo e dimostrare la sua abilità di crooner al femminile. Con lei sul palco Loris Di Leo al pianoforte e Nico Gori al sax e clarinetto; è annunciata la partecipazione di Jay Moore.
“Ho scelto questa formula del recital -racconta la Signora, raggiunta in un momento di pausa durante le prove- per raccontare pezzi della mia vita, brani musicali che in qualche modo si ricollegano a episodi di vita vissuta. Il repertorio spazia, ci sono tante canzoni che mi piace ricordare perché le ricollego a momenti di vita”.
Per Drusilla è un’operazione “abbastanza intima”, in cui si mette a nudo. “Ci sono parti nostalgiche e un po’ malinconiche di me che vengono fuori -sottolinea la Signora-. Spero di non commuovermi troppo” sospira. La sensazione è che la Signora, ancora una volta, sarà in grado di stupire per la bravura e il talento che ormai le vengono riconosciuti da tutti e soprattutto di divertire con il suo stile ironico e inconfondibile. Solo una donna esuberante e piena di personalità potrebbe riuscire a trovare un filo conduttore in un repertorio che spazia dalla canzone napoletana (“appresa da una cuoca quando stavo a Cuba”) e al tango argentino a una delle hit più famose di Gloria Gaynor (“I will survive, mi ricorda gli anni ’70, quando ero un po’ sguaiata e stavo a New York” ridacchia divertita). Non mancherà perfino un rap perché per Drusilla ogni sfida è possibile.
A supervisionare il progetto Franco Godi, musicista e produttore di tante star della canzone. Sul palco Loris Di Leo e Nico Gori ad assicurare il giusto spessore sotto il profilo musicale a uno spettacolo che può spiccare il volo e portare la Signora in giro per l’Italia. Certo, il fattore campo sarà determinante per questo debutto. “Sono molto contenta che lo spettacolo sia al teatro della Limonaia, palcoscenico a cui sono molto affezionata” conclude Drusilla.
Top secret la mise prescelta. “Sarò in nero, altrimenti sembro Barbara D’Urso” assicura la Signora. A firmare l’abito, come sempre, la sua stilista di fiducia: Tetta Couture.
Raffaella Galamini

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here