Home Vetrina Fiorentina crolla a Roma. Poker dei giallorossi per il secondo posto in...

Fiorentina crolla a Roma. Poker dei giallorossi per il secondo posto in classifica

200
0

IL TABELLINO

ROMA-FIORENTINA 4-0
Roma (3-4-2-1):
Szczesny 6; Rudiger 6,5, Fazio 7, Manolas 7; Bruno Peres 6,5, De Rossi 7 (40′ st Paredes sv), Strootman 6,5, Emerson 7; Nainggolan 7 (44′ st Grenier sv), El Shaarawy 6,5 (35′ st Totti sv); Dzeko 7,5. A disp.: Alisson, Lobont, Juan Jesus, Mario Rui, Gerson, Perotti, Salah. All. Spalletti 7
Fiorentina (3-4-2-1): Tatarusanu 5,5; Sanchez 4, Gonzalo Rodriguez 5, Astori 5; Chiesa 5 (33′ st Cristoforo 5), Badelj 4,5, Vecino 5,5, Maxi Olivera 5 (18′ st Ilicic 5); Borja Valero 5, Bernardeschi 4,5 (29′ st Tello 5); Babacar 4,5. A disp.: Sportiello, Satalino, De Maio, Salcedo, Mlakar, Toledo, Tomovic, Milic, Hagi. All. Sousa 4,5.
Arbitro: Irrati
Marcatori: 39′ Dzeko, 13′ st Fazio, 30′ st Nainggolan, 38′ st Dzeko
Ammoniti: Strootman, De Rossi (R); Sanchez, Borja Valero, Rodriguez (F)

 

Dimenticare subito la sconfitta di Roma per continuare la corsa al quinto posto per guadagnare per un altro anno l’Europa. All’Olimpico, i giallorossi hanno battuto 4-0 la Fiorentina riconquistando il secondo posto in classifica. Vantaggio firmato da Dzeko al 39′ con un movimento alle spalle della difesa. Nella ripresa raddoppio di Fazio al 58′ di testa, prima del tris firmato da Nainggolan al 75′ con un contropiede perfetto. Nel finale ancora Dzeko.

Eppure il primo quarto di gara sembrava raccontare una sfida decisamente più complicata per la Roma. Il pressing alto di Chiesa e Olivera da una parte e le trame di gioco palla a terra di Bernardeschi e Borja Valero dall’altra, hanno messo in difficoltà la banda di Spalletti, giocando la sfida nella metà campo giallorossa senza però trovare mai lo spunto vincente, complice un Babacar impacciato nel dialogare palla a terra coi compagni. Passata la tempesta, la Roma ha preso il controllo del gioco a centrocampo mettendo in grande difficoltà la Fiorentina sfruttando l’intera ampiezza del campo con Emerson a sinistra e Bruno Peres a destra. L’ex Torino prima sfiora l’incrocio dei pali col sinistro, poi si divora il vantaggio con troppa sufficienza a tu per tu col portiere dopo una magia di Nainggolan. Occasioni che spaventano la Fiorentina, aggredita con qualità da Strootman e compagni fino al filtrante vincente sull’asse De Rossi-Dzeko: il capitano giallorosso pennella un pallone alle spalle della difesa che il bosniaco stoppa e infila alle spalle di Tatarusanu, che si prende la rivincita poco dopo in uscita.

Nella ripresa la Fiorentina addirittura non scende in campo, frastornata da una Roma a cui riesce tutto con straordinaria facilità. Vecino sventa un gol di Nainggolan subito, ma il raddoppio arriva al 58′ sugli sviluppi di un calcio di punizione (la seconda volta in campionato) calciato ancora da De Rossi e capitalizzato da Fazio. Una rete che fa saltare quel briciolo di cattiveria rimasta nelle gambe dei toscani, sbilanciati ulteriormente dai cambi di Paulo Sousa. La mezz’ora finale è dominio assoluto dei ragazzi di Spalletti in un Olimpico esaltato dalle sgroppate di Emerson e dalle occasioni a grappoli, sprecate da Rudiger ed El Shaarawy ma non da Nainggolan e Dzeko. Al 75′ il belga conclude alla perfezione un contropiede in tre tocchi De Rossi-Strootman-Nainggolan, e all’83’ Dzeko vince il duello con Astori firmando la sua doppietta che lo riporta in vetta alla classifica cannonieri.

Fonte SportMediset.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here