Home Focus Nardella o chi per lui, e la giunta scoprono il Jumbo Bus,...

Nardella o chi per lui, e la giunta scoprono il Jumbo Bus, già in esercizio a Tallin,Lione, Leed

393
0

piero fotoEcco il link del pezzo dalla GazzettadiFirenze pubblicato il 15/11/2015 dopo esperienze dirette in città come Tallin o Lione. Una tecnologia simile si trova anche a Leed o Lancaster . A Detroit  addirittura all’interno dell’aerostazione per collegare i vari settori dell’aeroporto. Il tutto al primo piano

http://www.gazzettadifirenze.it/wp-admin/post.php?post=72196&action=edit

Nardella ha scoperto l’acqua calda. Le scoperte del sindaco Nardella vanno bene per pochi intimi perché adesso lagente si muove e sperimenta tecnologie che ormai sono in funzione da tempo e che stanno per percorrenze brevisoppiantando le tramvie. Non solo per i costi ma per la possibilità di deviare
dal percorso in caso di necessità.  L’ultima generazione dei Bus elettrici prevede la possibilità di ricarica veloce dislocata in vari punti con preferenza ai due capolinea. C’è anche la possibilità di avere come optional il pantografo per superare l’eventuale handicap della ricarica.

“Adesso il sindaco ha scoperto il “Jumbo bus” – aggiunge la consigliera – che costerebbe 30 milioni molto meno degli oltre 300 che serviranno per la tramvia, e che tra progettazione e realizzazione ci vorranno tra i 18 e i 24 mesi con i cantieri, meno invasivi della tramvia, che potranno partire già nel 2019 e concludersi per il 2021, oltre i circa 37 milioni a km un record tutto fiorentino. Sorprende – continua Amato – che il progetto andrà in giunta domani per partecipare a una gara europea con l’obiettivo di reperire i fondi e che finora gli uffici della mobilità non avevano fatto alcuna analisi. Ad oggi si sa solamente che dovrebbe servire circa 6 milioni di passeggeri e che comporterebbe una rottura di carico in piazza Stazione, nulla in merito ad altri dati certi.

Il Jumbo Bus novità solo per la giunta fiorentina. All’estero sono ormai una realtà al posto dei costosi e rumorosi tram

Nardella e il suo staff scoprono l’acqua calda pensando che i fiorentini siano sprovveduti. Forse il primo cittadino dovrebbe  cominciare a pensare che la gente non è così disinformata come crede lui. Ma non solo il sindaco ma anche chi segue le vicende della città nell’interesse di dare il miglior sollievo possibile.
“La partecipazione al bando europeo è un salto nel buio? Perchè ci si è dimenticati del filobus, previsto nel 2007 col Piano Energetico Comunale?”

Si chiede Miriam Amato, consigliera di Alternativa Libera, “Adesso il sindaco ha scoperto il “Jumbo bus” – aggiunge la consigliera – che costerebbe 30 milioni molto meno degli oltre 300 che serviranno per la tramvia, e che tra progettazione e realizzazione ci vorranno tra i 18 e i 24 mesi con i cantieri, meno invasivi della tramvia, che potranno partire già nel 2019 e concludersi per il 2021, oltre i circa 37 milioni a km un record tutto fiorentino. Sorprende – continua Amato – che il progetto andrà in giunta domani per partecipare a una gara europea con l’obiettivo di reperire i fondi e che finora gli uffici della mobilità non avevano fatto alcuna analisi. Ad oggi si sa solamente che dovrebbe servire circa 6 milioni di passeggeri e che comporterebbe una rottura di carico in piazza Stazione, nulla in merito ad altri dati certi”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here