Home Magazine “È raro oppure meglio mamme": l’impegno sociale dello Stabilimento chimico farmaceutico militare...

“È raro oppure meglio mamme": l’impegno sociale dello Stabilimento chimico farmaceutico militare nel libro del Maresciallo Borzacchiello

Avatar
571
0

Un libro che attraverso la medicina narrativa racconta la storia e l’apertura di un laboratorio di ricerca per le Malattie Rare e fa conoscere l’impegno sociale dello Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze. È questo il tema del libro “È raro oppure meglio mamme. L’impegno sociale dello Stabilimento chimico farmaceutico militare per le malattie rare” del 1° Maresciallo Camillo Borzacchiello: il libro nei suoi contenuti è stato presentato dall’autore durante il convegno “Sanità militare e Croce rossa italiana” che si è tenuto nella sala del capitolo dell’Abbazia di Vallombrosa dal 16 al 18 giugno 2017.
Il volume del 1° Maresciallo Borzacchiello permette di acquisire, comprendere e integrare i diversi punti di vista di tutti coloro che intervengono nella malattia e nel processo di cura. È proprio con questo intento che ha preso vita il progetto sul mondo delle Malattie Rare, che prende spunto da una precedente pubblicazione del 2014 “Un viaggio nel mondo delle Malattie Rare. Storie di sinergie Istituzionali”, e che grazie alla voce di tre mamme, Beatrice, Nadia” e Graziella, raccontava in una giornata piovosa e grigia di ottobre, l’amore per la vita condividendo in un bellissimo viaggio di nome “speranza”.
Un viaggio che prosegue attraverso la medicina narrativa per raccontare la storia e l’apertura di un laboratorio di ricerca per le Malattie Rare e far conoscere l’impegno sociale in quest’ambito dello Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare, dove si trovano ricchezze umane e professionali che si dedicano anima e corpo a tutti coloro che soffrono. E questa è la strada da seguire per contribuire ad aiutare, in modo concreto, la ricerca e la terapia sulle malattie rare, così da permettere a quanti soffrono di poter continuare a credere in un domani migliore vissuto all’insegna della normalità.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui