Home LA GAZZA VERDE Mobilità e trasporto in una città sostenibile nella conferenza promossa da H2R...

Mobilità e trasporto in una città sostenibile nella conferenza promossa da H2R ad Ecomondo

378
0

La Conferenza promossa da H2R-Mobilità e trasporto sostenibili in collaborazione con Città Sostenibile ed Ecomondo ha proposto una visione d’insieme, manifesto virtuale di Ecomondo per la mobilità e trasporto sostenibili, declinata in modo efficace rispetto ai tre temi “Politiche, Tecnologie, Sistemi”.

RIMINI FIERA - ECOMONDO
RIMINI FIERA – ECOMONDO

Oggi la prima sessione dal titolo “Politiche per la mobilità e il trasporto sostenibili,a cura del Comitato tecnico – scientifico composto da: Roberta Frisoni, Chairman della sessione odierna e Assessore Mobilità, Programmazione e gestione del Territorio del Comune di Rimini; Fabio Orecchini, coordinatore e Professore Ordinario di “Macchine e sistemi per l’energia e l’ambiente”, Direttore del CARe Center for automotive research and evolution, Direttore del Dipartimento di Ingegneria della Sostenibilità dell’Università Guglielmo Marconi di Roma e giornalista; Gian Marco Revel, Professore Associato di “Misure meccaniche e termiche”, Prorettore alla Ricerca Europea dell’Università Politecnica delle Marche.

 

Ha aperto i lavori il Piano mobilità sostenibile della Regione Emilia Romagna a cura di Stefano Bonaccini, Presidente della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. L’ Emilia Romagna rappresenta un’eccellenza soprattutto in tema di occupazione (obiettivo:portarlo sotto al 5% entro il 2020, dimezzando il tasso in 5 anni).In tema di mobilità verrà proposta una rivoluzionaria legge urbanistica entro fine anno che propone il consumo di suolo a saldo zero.Importante sarà anche la formazione a partire dal progetto MUNER (Motorvehicle Universiti Emiglia Romagna) corsi universitari  triennali sullo sviluppo dell’elettrico proposti dalla Regione.

Linda Meleo, Assessore alla Città in Movimento di Roma Capitale, ha auspicato una partecipazione collettiva per risolvere i problemi dell’inquinamento. Il PUMS (Piano Urbano per la Mobilità sostenibile)in corso di definizione mira in 5 -10 anni a ridefinire la mobilità del futuro della capitale. PUMS è focalizzato su:infrstrutture per il trasporto pubblico locale da concentrare su ferro; migliore ciclabilità; isole ambientali ed aree pedonali; nodi discambio (intermodialità);logistica e merci (www.pumsroma.it pronto ad accogliere le proposte dei cittadini).

Marco Granelli, Assessore all’Ambiente e Mobiità del Comune di Milano auspica che il trasporto pubblico combinato con la sharing sia da traino per una migliore mobilità grazie ad investimenti dedicati: raddoppiare le metrotranvie in pochi anni e sperimentare i BRT, Bus elettrici veloci in corsie preferenziali. L’ Area C nei prossimi 5 anni sarà aperta solo all’elettrico ed al trasporto pubblico.

Antonio Marco Dalla Pozza, Assesore alla Progettazione e Sostenibilità Urbana, città del Comune di Vicenza, ha illustrato la sharing mobilità di una città con esigenze più contenute rispetto alle grandi città, dove l’automobile è ancora il mezzo privilegiato di spostamento ma che cerca comunque di sfruttare le reti infrastrutturali al meglio e di sviluppare l’intermodalità. Il bando periferie  (PERI-METRO’, servizio diurno a chiamata per il trasporto pubblico locale) ed il bando casa-scuola, scuola-lavoro (progetto MOBILITATE-VI) sono eccellenze della città del Palladio.

Bruno Mattucci, Amministratore Delegato Nissan Italia, ha introdotto un concetto completamente diverso del veicolo che può venire utilizzato anche quando è fermo in un posteggio pubblico o nel garage di casa. Il tema “Auto Elettrica di nuova generazione & smart grid” comprende sistemi di distribuzione di vettori energetici con una rete di informazione che determina il bilanciamneto tra quanto energia viene prodotta e quanta ne viene consumata in un dato istante.L’auto elettrica può giocare un ruolo strategico immagazzinando l’eccedenza di sovra-produzione di energia e poi ridistribuirla (Nissan Intelligent Integration) cui si affianca Nissan Intelligent Driving e Nissan Intelligent Power (alimentazioni a zero emissioni). Sistema V2G è l’ ecosistema di vantaggi by Nissan: vantaggi per chi produce energia e vantaggi per chi quell’energia la può stoccare in un veicolo elettrico e rivenderla alla rete con sconto in bolletta. Infine non dimentichiamo la riduzione dell’inquinamento acustico nelle città grazie ai veicoli elettrici ed i vantaggi degli utenti inclusa una maggiore sicurezza e la riduzione del 50 % dei costi di gestione.

Sebastiano Cacciaguerra, Direttore Servizio energia della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia ha presentato “NOEMIX:la rivoluzione ecologica nella gestione delle flotte aziendali pubbliche (progetto Europeo H2020 –NeMO: New MObility in FVG)”, un’analisi e definizone delle esigenze di mobilità e delle flotte dei veicoli disponibili in Italia con l’obiettivo di esportare poi questo progetto in Europa. Il trasporto collettivo e le sfide della mobilità futura sono state approfondite da Emanuele Proia, Direttore ASSTRA (Associazione Trasporti) e Antonello Lucente di ANAV (Associazione Nazionale Autotrasporto Viaggiatori) che ha ricordato un patto di stabilità piuttosto stringente nel nostro Paese e la fondamentale esigenza di investire in mobilità collettiva, individuando velocemente le criticità che hanno frenato ad oggi il suo sviluppo.

Lo scenario dal punto di vista del costruttore è stato illustrato da Romano Valente, Direttore Unrae: l’auto rimane centrale nelle priorità degli italiani, malgrado gli interventi restrittivi volti a contenere le emissioni nocive, tema quanto mai attuale in questi giorni. Entro 20-30 anni avremo una mobilità elettrica, connessa, condivisa ed autonoma ed è tempo di attivare questo percorso cui ha fatto da eco Gianmarco Giorda, Direttore Anfia, rilanciando un approccio di neutralità tecnologica alla mobilità sostenibile, non dimenticando la geopolitica automotive che sviluppa e sostiene alimentazioni adatte a ciascun mercato e partendo da un processo di ringiovanimento del Parco auto italiano.

Gianni Martino, Consigliere ANIASA (Associazione Nazionale Industria dell’Autonoleggio e Servizi Automobilistici) per i servizi di autonoleggio , nonché AD di car2go ha ricordato il lancio di car2go il 9 agosto 2013, da allora un successo straordinario ed inatteso, prova dell’esigenza collettiva di poter fruire nelle grandi città di un mezzo di trasporto facile da utilizzare e a basso costo.Una smart mobility richiede “smart working”, veicoli connessi, autonomi, condivisibili ed elettrici; servizi flessibili e integrati; processi digitalizzati; infrastrutture e normative adeguate.

Le conclusioni sulla sezione dedicata alle POLITICHE a cura di Giancarlo Morandi, Presidente di Cobat, Consorzio Nazionale Raccolta e Riciclo, sulla responsabilità estesa dei produttori alla gestione del fine vita dei prodotti.Attualmente il 95% dei prodotti automotive sono reciclabili, ancora non si sa bene cosa fare con le batterie al litio a fine ciclo.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here