Home Senza categoria Pallanuoto Serie A1F, recupero amaro per la Rari Nantes Florentia

Pallanuoto Serie A1F, recupero amaro per la Rari Nantes Florentia

Redazione
915
0
Allegra Lapi

RN FLORENTIA vs COSENZA PALLANUOTO 5-6 (1-0, 1-3, 0-1, 3-2)

RN FLORENTIA: Banchelli, Rorandelli, Cortoni, Cordovani, Cotti, Lapi 3, Sorbi 2, Francini, Curandai, Giannetti, Marioni, Bartolini, Perego. All. Sellaroli

COSENZA PALLANUOTO: Gorlero, Citino 2, Gallo, De Mari, Motta, De Cuia, Kuzina 1, Nicolai 1, Di Claudio 2, Presta, Motta, Nistico’, Sena. All. Capanna

Arbitri: Calabro e Castagnola

Spettatori 150 circa. Bartolini (F) ha fallito un rigore nel secondo tempo (palo). Kuzina (C) ha fallito un rigore nel secondo tempo (palo). Uscita per limite di falli Marioni (F) nel quarto tempo.

Superiorità Florentia 3/6 + 1 rigore, Cosenza 3/8 + 1 rigore.

Espulso Sellaroli (all. F)

di Elisabetta Failla

Nella partita di recupero della settima giornata del campionato di serie A1 femminile contro la Città di Cosenza, la Rari Nantes Florentia non ce l’ha fatta a guadagnare tre punti preziosi. A Bellariva infatti le cosentine sono riuscite a vincere l’incontro per 6-5 a loro favore. Un vero peccato per le Rarigirls che hanno dato di tutto e di più per poter sconfiggere le avversarie per poter allontanarsi dalla zona retrocessione. Con questo risultato, invece, Città di Cosenza con 7 punti supera in classifica la Florentia penultima a soli 5 punti.

Peccato davvero per la compagine fiorentina che ha giocato bene nonostante alcuni errori, soprattutto nella gestione dell’uomo in più, e che nell’ultimo tempo ha cercato in tutti i modi di vincere l’incontro grazie anche ad una bella tripletta di Allegra Lapi (nella foto). Peccato per l’ultima occasione per la Florentia a pochissimi secondi dal termine, quella che poteva determinare un pareggio importante ai fini della classifica, quando –giulia Gorlero è riuscita a parare un bel tiro di Caterina Sorbi.

Pesa ancora naturalmente l’assenza dell’unica straniera della Florentia, Lauren Boyer, rimasta in California per una microfrattura alla spalla, soprattutto perché manca nella formazione una giocatrice che possa ricoprire il ruolo di centroboa anche se Va dato atto a Caterina Sorbi, insieme ad Alexandra Cotti, di accollarsi un peso non indifferente in squadra in questa posizione di gioco.

Partita equilibrata con errori da entrambe le parti ma gran peso hanno avuto anche le decisioni arbitrali contestate sul piano vasca dall’allenatore Andrea Sellaroli, che è stato anche espulso, critico anche sulla decisione di rimandare questa partita.

“Sono stufo di vedere vanificato il nostro lavoro da decisioni discutibili – detto il coach a fine partita – meritiamo rispetto. Visto il calendario spezzatino trovo scorretto aver rinviato il match lo scorso dicembre in uno dei pochi momenti di continuità del campionato, ma trovo ancora più assurdo aver concesso di giocare oggi dopo un alternarsi di partite e riposo snervante che va avanti ormai da due mesi”.

Nel primo tempo le squadre si studiano Eccetto qualche attacco ospite, neutralizzato da una super Banchelli non accade nulla fino a venti secondi dal termine quando Sorbi trova il vantaggio con un tiro alla disperata dalla lunga distanza allo scadere dei trena secondi.

Ad inizio secondo tempo Citino trova il pareggio con una girata da posizione sei, subito dopo la Bartolini, su rigore, ha l’opportunità di riportare in vantaggio le biancorosse ma si lascia neutralizzare dalla Gorlero che devia sul palo. Sulla ribattuta, Banchelli imita la collega e manda sul legno il tiro dai cinque metri della Kuzina. La posta in palio è alta e il match è teso, Nicolai trova il vantaggio delle ospiti, ma un minuto dopo ancora Sorbi, in superiorità trova il pareggio. Mentre tutto lascia presagire al pareggio, Citino trova il guizzo vincente che manda le squadre a riposo con il Cosenza in vantaggio.

Il terzo tempo è la fotocopia del primo, con le squadre più attente a non subire che attaccare e sono i portieri protagonisti in più di una occasione. La Florentia ci crede e prova a scardinare le maglie della difesa ospite, ma è Kuzina a trovare il goal che manda a più due le calabresi. Il quarto tempo la Rari si scopre e sono ancora le ospiti a trovare il goal con Di Claudio, in superiorità. Subito dopo Allegra Lapi sfodera tutta la sua classe e riporta a galla le sue con una splendida tripletta. La Florentia ha la grande occasione per pareggiare ma Gorlero mostra tutte le sue doti chiudendo lo specchio prima a Giannetti e poi a Bartolini. A due minuti dal termine la Rari in superiorità ha ancora un occasione, ma l’arbitro con il fallo fischiato (palla sotto) alla Lapi concede di fatto alla Di Claudio il goal della vittoria. La Rari prova il tutto per il tutto e va ancora a segno con la Lapi. Sul finire una straordinaria Gorlero e dubbie decisione arbitrali placano ogni velleità delle padrone di casa che si arrendono a testa alta. Prossimo match sabato 17 febbraio, ancora a Bellariva contro la capolista Orizzonte.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui