Home SPORT Pallanuoto Serie A1 M e F, sconfitte con onore in trasferta le...

Pallanuoto Serie A1 M e F, sconfitte con onore in trasferta le due squadre della RN Florentia

61
0

BANCO BPM SPORT MANAGEMENT vs RARI NANTES FLORENTIA 12-7 

BANCO BPM SPORT MANAGEMENT: Lazovic, Di Somma, Blary, Panerai 1, Fondelli 2, Petkovic 2, Drasovic, Gallo, Mirarchi 4, Luongo 2, Baraldi, Valentino 1, Nicosia. All. Baldineti

RN FLORENTIA: Cicali, Generini 1, Eskert, Coppoli, Turchini 2, Bini, Turchini, Dani, Chemeri, Tomasic 1, Astarita 2, Di Fulvio 1, Maurizi. All. Tofani

Arbitri: Castagnola e Savarese

Parziali 3-2, 3-0, 3-1, 3-4 

Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Sport Management 5/8 e Florentia 1/4. Spettatori: 200 circa. Nicosia (Sport Management) subentra a Lazovic nel terzo tempo e Maurizi (Florentia) subentra a Cicali nel quarto tempo. 

Con Andrea Razzi infortunato e Generini e Tomasic a mezzo servizio, la Florentia esce a testa alta dal proibitivo test contro lo Sport Management.Francesco Turchini chiamato ad inizio gara a sostituirlo non fa sentire la mancanza del suo compagno, e nell’ ultimo parziale realizza una bella doppietta che regala addirittura un 4 a 3 agli uomini di Tofani. Ottime indicazioni arrivano anche dagli altri under Chemeri e Maurizi, quest’ultimo protagonista dell’ottimo quarto tempo gigliato.

A fine gara il tecnico si mostra soddisfatto per l’intensità dei suoi ragazzi, favorita da un ottimo arbitraggio con poche interruzioni di gioco ed equilibrato nelle decisioni da ambo le parti: “La partita di oggi più che per la classifica era importante per misurare il nostro stato fisico e psicologico. Giocare contro squadre di questo livello è uno stimolo in più, soprattutto per una squadra giovane come la nostra. Ovvio che non sono queste le partite in cui dobbiamo fare punti, ma di sicuro servono a dare maggiore fiducia alla squadra e a credere con più coraggio nei propri mezzi”.

In classifica tutto invariato vista la sconfitta nel derby partenopeo della Posillipo, prossimo avversario della Florentia nel turno infrasettimanale di mercoledì 7 marzo.

KALLY NC MILANO vs RN FLORENTIA 9-5

KALLY NC MILANO: Nigro, Apilongo 1, Crudele, Gitto 1, Ranalli 2, Fisco, Menczinger 1, Zerbone, Cordaro 1, Crevier 2, Magni 1, Repetto, Rosanna. All. Diblasio

RN FLORENTIA: Banchelli, Rorandelli, Cortoni, Cordovani, Cotti, Lapi 2, Sorbi, Francini 1, Curandai, Giannetti 1, Marioni, Bartolini 1 (1 rig.), Perego. All. Sellaroli

Arbitri: Brasiliano e Sponza

Parziali 0-1, 2-3, 2-0, 5-1 

Nessuna uscita per limite di falli. Superiorità numeriche: NC Milano 1/8, RN Florentia 1/9 + un rigore. Spettatori: 300.

Dura solo due tempi il match della Rari Nantes Florentia che nonostante il vantaggio iniziale si arrende nel finale alla Kally Milano. I primi due parziali le Rarigirlsi fanno la parte del leone con Sorbi a centro boa a prendere falli e Bartolini in cabina di regia a distribuire assist alle compagne. Dalle mani della numero dodici gigliata nasce infatti il vantaggio ospite ad opera di Lucia Giannetti, che realizza da posizione uno, proprio su assist della Bartolini. La Florentia è tonica e reattiva e con un pressing alto e collettivo costringe Milano nella propria metà campo e a qualche tiro da lontano, neutralizzato dall’ottima Banchelli. 

Ad inizio secondo tempo Ranalli si beve completamente un’avversaria e infila l’incolpevole estremo difensore ospite, per il goal del pareggio che non interrompe il dominio gigliato. La Florentia ha fame di punti e voglia di riscatto e nel giro di tre minuti trova il triplo vantaggio con una doppietta di Allegra Lapi e Giulia Bartolini, impeccabile dai cinque metri. Le padrone di casa sembrano affondare sotto gli attacchi delle ospiti, le quali sciupano più di un’occasione, complici le strepitose parate della Nigro che da sola tiene praticamente a galla le lombarde.

Mentre il secondo tempo sta per essere archiviato, un errore in attacco della Florentia riporta in partita le milanesi, che trovano il goal con Cordaro a venti secondi dalla sirena. Da questo momento in poi la Florentia sparisce, ed è solo Milano.Il terzo tempo il match è più nervoso che tattico e le squadre inevitabilmente si allungano. Piovono espulsioni da ambo le parti, ma è Milano a sfruttare meglio le superiorità numeriche con Gutto e Crevier che ristabiliscono la parità. Le fiorentine provano a reagire con Lapi e Bartolini, ma il numero uno lombardo è praticamente insuperabile.

L’ultimo tempo con le squadre in parità è Milano a gestire meglio le energie, con la Florentia spettatrice in acqua. Cotti commette fallo su Ranalli e Brasiliano concede il rigore alle padrone di casa, rigore che la stessa Ranalli spedisce in rete, su ribattuta del palo. Una volta in vantaggio, Milano comincia un’altra partita e per la Florentia non c’è più nulla da fare.

Banchelli prova ad arginare gli attacchi ospiti ma deve arrendersi prima ad un tiro ravvicinato di Magni, e subito dopo agli uno contro uno con Apilongo, Menczinger e Crevier che fissano il parziale a più otto. Nel finale Francini trova il goal dell’orgoglio, ma per la Florentia è notte fonda in vista del prossimo match contro il Rapallo, in piena zona play off.

A fine gara Aleksandra Cotti, oggi ancora in doppia veste di allenatrice-giocatrice, per la squalifica di Andrea Sellaroli, commenta: “Nella seconda parte del match abbiamo subito il ritorno delle avversarie. A differenza loro abbiamo gestito male le superiorità e concesso qualche errore di troppo nei momenti più delicati della partita. Non facciamo drammi, da domani testa alla prossima gara”.

 

 

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here