Home Vetrina La guerra in Ucraina. Rischio a Chernobyl. Aggiornamento continuo

La guerra in Ucraina. Rischio a Chernobyl. Aggiornamento continuo

Lorenzo Ottanelli
905
0
L'esplosione avvenuta questa mattina a Kiev in Ucraina

18:40 Secondo il New York Times questa sarebbe solo la prima fase dell’operazione russa. Dalle informazioni ricevute, l’Ucraina sarebbe presa entro le prossime 96 ore. A Mosca arrestato un reporter che stava seguendo le manifestazioni in piazza contro la guerra. Molti gli arresti anche tra i cittadini.

La guerra tra Ucraina e Russia è iniziata. L’esercito russo è entrato in Ucraina alle 03:51 di questa mattina, dopo che Putin ha diramato un messaggio alle televisioni russe, messaggio che è stato scoperto registrato da almeno 3 giorni. Dopo averla accerchiata con gli armamenti e le esercitazioni delle scorse settimane in Bielorussia a nord, al confine con Donetsk e Lugansk a est e in Crimea a sud, Putin ha deciso di invadere stamattina con attacchi multipli. E’ stata attaccata la capitale Kiev, ma anche Odessa, a Sud, al confine con la Moldavia e Leopoli, vicino al confine con la Polonia e la Slovacchia.

ucraina russia
Mappa dei bombardamenti in corso in Ucraina

Ieri un attacco hacker ha posto tutte le infrastrutture politiche e militari ucraine in blackout. E’ la guerra ibrida e cibernetica che precede la guerra militare. In Ucraina sono impiegate armi cibernetiche di ultima generazione con missili con sistemi di puntamento a grandissima precisione e droni capaci di attaccare senza nessun conducente a bordo.

18:00 – Chernobyl è in mano ai militari russi, secondo un’agenzia ucraina. Mosca parla di provocazioni militari nel Mar d’Azov da parte del Regno Unito. Boris Johnson nel frattempo ha annunciato nuove sanzioni alla Russia. A Mosca e San Pietroburgo hanno avuto luogo proteste contro la guerra. Il presidente pakistano Khan è in visita da Putin proprio adesso.

17:00 Le milizie russe e quelle ucraine stanno combattendo nell’area di Chernobyl, con il rischio che possa incorrere una crisi nel contenimento della centrale. Intanto, le forze russe hanno preso anche il secondo aeroporto di Kiev. Nei pressi di Minsk è stato bombardato un ospedale. La Lituania dichiara lo stato di emergenza. Intanto, è terminato il Consiglio di difesa al Quirinale. Il prezzo del gas incrementa oltre il +57%.

12:00 Mattarella convoca il Consiglio di difesa. Per domani è stato confermato il vertice NATO in videoconferenza. Lukashenko accusa la Nato di aver radunato truppe attorno al confine bielorusso. Lo spazio aereo ucraino è stato invalidato alle rotte civili (anche in ricordo di quanto avvenuto otto anni fa, quando un aereo di linea fu abbattuto durante la guerra in Crimea). Convocato il G7. Stoltenberg (Presidente Nato): “Russia minaccia la sicurezza euroatlantica”.

11:16 Zelensky, presidente dell’Ucraina, paragona la Russia alla Germania nazista: “come i tedeschi nel 1941, attaccarono la mattina presto senza dichiarare guerra”. Kharkiv (o Kharkov) sembra accerchiata dai russi. Boris Johnson vuole un incontro Nato a brevissimo. La Cina si rifiuta di condannare l’invasione ucraina (e si prospetta una possibile invasione di Taiwan).

10:20 Kiev chiede alla Turchia di chiudere il Bosforo alle navi russe, ovvero l’ingresso al Mar Nero da parte delle navi russe che provengono dal Mediterraneo e dal Mare di Marmara (tra i Dardanelli e il Bosforo)

10:07 La Lituania e la Moldavia dichiarano lo stato di emergenza. L’aeroporto di Kharkiv, la seconda città più grande dell’Ucraina dopo Kiev, è stato bombardato.

09:38 Il prezzo del gas è salito del 41%, il prezzo del petrolio sale oltre i 102 dollari al barile. La borsa di Mosca scende del 34%, tutte le borse del mondo sono in ribasso. Milano perde il 3,36%

Le notizie riportano che la contraerei ucraina è stata completamente abbattuta. La strategia russa è quella della blitzkrieg, della guerra lampo: da quando parte l’attacco il contingente deve riuscire ad avanzare in pochissimo tempo, senza trincee.

“Ho deciso per un’operazione militare speciale”, ha detto Putin. L’obiettivo dichiarato è “proteggere la popolazione che per otto anni è stata soggetta a maltrattamenti e genocidio”.

Von der Leyen: “Reagiremo uniti con forza” | La Gazzetta di Firenze

Il presidente americano Joe Biden ha denunciato l'”attacco non provocato e ingiustificato” della Russia contro l’Ucraina e come Putin abbia “scelto una guerra premeditata che porterà a una catastrofica perdita di vite umane e sofferenze umane”.

“Le preghiere del mondo intero sono per il popolo dell’Ucraina – afferma in una dichiarazione diffusa dalla Casa Bianca – che subisce un attacco non provocato e ingiustificato da parte delle forze militari russe”.

Tweet ufficiale del Governo Ucraino

“Solo la Russia è responsabile della morte e della distruzione che questo attacco porterà e gli Stati Uniti e i loro alleati e partner risponderanno in modo unito e incisivo. Il mondo riterrà responsabile la Russia. Ci coordineremo con i nostri alleati Nato per garantire una risposta forte e unita che scoraggi qualsiasi aggressione contro l’Alleanza”.

Il cancelliere tedesco Olaf Scholz condanna in una dichiarazione l’attacco della Russia all’Ucraina come una “palese violazione del diritto internazionale” che “non può essere giustificata da nulla”.