Home Senza categoria Lazzari e Cerci notte in discoteca. E la società?

Lazzari e Cerci notte in discoteca. E la società?

247
0

Anche i tifosi non sono più gli stessi.  I più anzaini ricorderanno certamente quando alcuni giocatori fra i quali Desolati e Speggiorin fuorno rincorsi per tutto viale Milton perché passavano più tempo in discoteca che sul campo ad allenarsi.  Adesso tutto è permesso anche la possibilità di tirare le ore tarde in qualche discoteca. Molti hanno pensato che una volta mandato in provincia Mutu,  il cancro sarebbe stato estirpato. Non non è così perchè dopo la partita con l’Empoli Lazzari, Cerci e Pazzagli,  gli ultimi della serie,  sono stati visti in atteggiamenti non consoni per un giocatore, tanto più ad ore tarde in un noto locale di Firenze Sud.

Ma i problemi per il modello di vita per un giocatore che tra l’altro guadagnano belle sommette è stato inaugurato quest’anno per la serie dei  ‘tiratardi’ da Vargas tenuto fuori squadra per la partita di Cesena per questo motivo. Kharja invece è stato ripreso per i continui viaggi a Milano sul Frecciarossa e per le interviste non autorizzate. Alla Fiorentina i giocatori  non si fermano alle uscite notturne fuori orario.  La pattuglia degli extracomunitari in forza alla squadra viola hanno subìto il ritiro della patente perché non in regola con le norme dell’Unione Europea. L’ultimo in tempo reale è stato Gulan (il desaparesidos della squadra viola) che si è visto sequestrare, dalla polizia municipale,  l’auto nel viale Volta. Non dobbiamo scoqrdarsi  delle auto sequestrate sempre agli extracomunitari di casa Fiorentina come Jovetic, Ljajic e Babacar.   Nikola Gulan è stato sanzionato dalla polizia in viale Volta, a Firenze, col fermo amministrativo dell’auto per un mese, per “guida con documento non valido nell’Unione Europea”.

 La settimana scorsa era successa la stessa cosa ad Adem Ljajic, a settembre al senegalese Khouma Babacar e ad agosto al montenegrino Stefan Jovetic, tutti con patenti dei rispettivi Paesi di origine.

Situazione veramente incresciosa che pone una domanda ben precisa.

Ma la dirigenza viola esiste? Cosa sta facendo per mettere in riga questi giovani che si muovono a briglia sciolte senza tener conto della società stessa e sopratutto dei tifosi che fanno sacrifici (tanto più duri in tempo di crisi) per poter passare una bella domenica allo stadio.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here