Home Magazine Luci sulla città: San Silvestro con vista a Villa Viviani

Luci sulla città: San Silvestro con vista a Villa Viviani

247
0

Il fascino di una dimora storica e la certezza di un’accoglienza dove nulla è lasciato al caso. Anche quest’anno, Villa Viviani a Settignano (via Gabriele D’Annunzio, 230) per il cenone di San Silvestro ha in programma una serata all’insegna del buon cibo e della musica dal vivo. Si partirà alle 20, accompagnati dalle note di Paolo Agatensi, cantante e musicista fiorentino che con la sua musica scandirà i momenti della serata. Spazio quindi al gusto, quello di una cucina che mette al primo posto la qualità e il servizio impeccabile e cortese: la cena sarà servita ai tavoli, con un menù che comprenderà specialità sia di terra che di mare.

Come sempre, grande attenzione sarà data sia alla scelta delle materie prime, tutte di qualità, che alla presentazione dei piatti, capaci di soddisfare il palato più raffinato ma anche l’occhio più attento. Fra le proposte ecco allora lo sformatino di verza e ricotta, il sauté di totani su carciofi, i raviolini in salsa di Castelmagno, il filetto alla Rossini. Dulcis in fundo, la charlotte di castagne e rum. Le portate saranno accompagnate da ottimi vini e spumanti. Per i clienti è a disposizione il guardaroba e il parcheggio privato all’interno della villa.

Clima permettendo, da non perdere un’immersione nella suggestiva atmosfera che anche in inverno si respira nello splendido giardino in stile italiano della Villa, con un panorama unico su Firenze e le sue luci. “La posizione della Villa era perfetta. Era a tre miglia da Firenze sul fianco della collina. La terrazza fiorita sulla quale era situata guardava su uliveti e vigneti in declivio verso destra…” Scriveva così, nel 1893, Mark Twain a cui i Viviani della Robbia diedero in uso la dimora nel 1892: qui lo scrittore abitò con la famiglia e scrisse il racconto “Wilson lo Zuccone”.

La parte più antica dell’edificio risale però al 1200, quando la famiglia Tanagli costruì una “casa da signore nel popolo di Santa Maria a Settignano”. La Villa, detta Belvedere proprio per la sua posizione panoramica, nel 1600 passò alla famiglia Cerretani che effettuò alcuni lavori di trasformazione e di modifica a partire dalla copertura del grande cortile interno. Questo spazio divenne così il salone delle feste, alto quanto i due piani della casa. Alla fine del 1800 poi, la villa passò per eredità ai Viviani della Robbia.

Info: 055.697347, 337.685970, www.villaviviani.it

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here