Home FOCUS PITTI TASTE, viaggio intorno al gusto

PITTI TASTE, viaggio intorno al gusto

430
0

Un percorso straordinario attraverso le eccellenze alimentari della penisola e le diversità della food culture, con incursioni nel lifestyle e nel design connessi a cucina e dintorni.  Tutto questo è PITTI TASTE, da sabato 9 a lunedì 11 marzo 2019 alla Stazione Leopolda di Firenze.

Taste è al tempo stesso una piattaforma di business e un contenitore di tendenze e idee sulla scena culinaria contemporanea, diventato di edizione in edizione l’evento imperdibile per il pubblico di operatori del settore e per i food lovers più appassionati. Questa quattordicesima edizione presenta le novità di quasi 400 aziende – una selezione delle più qualificate realtà italiane dell’enogastronomia contemporanea, accanto ad oggetti di food & kitchen design, capi e attrezzature tecniche per la cucina. Alla Stazione Leopolda, un menu sempre più creativo, sorprendente e gustoso, reso unico dal fitto calendario di presentazioni, eventi e talk che fanno il punto sui trend più attuali della tavola e del gusto. In un percorso di allestimento coinvolgente e d’atmosfera curato da Alessandro Moradei.

Atterraggio lunare o déjeuner sur l’herbe? L’immagine simbolo di Taste 2019 mette insieme il fascino di pianeti lontani con la scoperta di nuovi scenari gourmet – dice Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine – L’invito è proprio quello a varcare i confini conosciuti, seguendo l’impulso a esplorare le nuove dimensioni del gusto offerte dai produttori al salone. Al suo quattordicesimo appuntamento Taste mantiene i suoi numeri di riferimento, pur presentando nuovi prodotti, nuove curiosità, nuove storie al suo pubblico di buyer internazionali e di appassionati. Un’evoluzione che continua a puntare sugli ingredienti della qualità e della selezione, e che ogni volta accende i riflettori sui temi caldi della cultura food contemporanea: con i Ring curati da Davide Paolini e con il focus tematico”.

“A marzo la nostra destinazione sarà il “Pianeta Pane” – aggiunge Poletto – seguendo il suo profumo inconfondibile, arriveremo nei laboratori dei maestri panificatori, sulle tavole di chef stellati, nelle bakery di tendenza. Ci saranno fornai all’opera, con laboratori e pane fresco sfornato più volte durante i giorni di Taste; e ancora presentazioni e conversazioni con gli abitanti del pianeta pane. Perché il pane è nutrimento e tradizione, puro piacere e innovazione, esercizio di stile e rivendicazione democratica. Un alimento che incarna un po’ tutte le caratteristiche di Taste!”.

Il tema di questa edizione è il Pianeta Pane tra specificità regionali e tradizioni di famiglia, e al tempo stesso importanti riscoperte e nuove tendenze ruotano attorno a questo elemento. Con questo argomento si vuole celebrare un cibo antico e sempre nuovo, con il suo valore sociale, di condivisione e aggregazione. Fornai all’opera e on stage, con laboratori e pane fresco da degustare. Ecco alcuni dei progetti speciali legati al tema di questa edizione:

Per i tre giorni di Taste, al Teatro dell’Opera, Nicola Giuntini panificatore storico di Quarrata (Panificio Giuntini Quarrata) con Piero Capecchi, animeranno uno speciale laboratorio con forno, lavorando il pane in diretta. Il pubblico sarà invitato ad assistere a tutte le fasi della lavorazione, a prendervi parte e a condividere la produzione del pane.

E in occasione di Taste sarà presentato anche il Pane di Taste, realizzato da Nicola Giuntini con una ricetta e una forma ad hoc.

All’esperienza del “Panificio Taste. A Scuola di Pane” parteciperà anche Davide Longoni (Panificio Davide Longoni), con la sua esperienza di panificatore a Milano e la sua passione per la riscoperta di grani antichi, Pasquale Polito del Forno Brisa Bologna e Matteo Piffer del Panificio Moderno Trento.

Anche preparare del pane può stimolare la fantasia e la creatività dei bambini. Sabato 9 marzo, alle 10:30, il laboratorio “Mani in pasta” offrirà a 20 piccoli chef l’opportunità di creare il proprio pane e di infornarlo come dei veri professionisti. L’evento è organizzato da Style Piccoli, magazine del Corriere della Sera, e si svolgerà a due passi dalla Leopolda, alla Buonerìa. A fine laboratorio ci sarà per loro una gustosa merenda con pane e cioccolata con i prodotti biologici dell’azienda fiorentina Probios. Al laboratorio parteciperà anche il direttore di Style Piccoli Chiara Bidoli, con suo figlio Pietro.

All’interno del foyer al Teatro dell’Opera di Firenze, i protagonisti del mondo del cibo si sfidano sui temi più caldi della cucina contemporanea: tornano i Ring moderati, come di consueto, è il Gastronauta Davide Paolini. Ecco i temi di questa edizione:

Sabato 9 marzo – ore 16.30 “Ritorno alla Trattoria?” Un focus sul fenomeno del nuovo successo delle trattorie. Luoghi dove si respira la tradizione attraverso ricette di famiglia tramandate di generazione in generazione, piatti che comunicano un territorio e la specificità dei suoi prodotti, ma anche valori autentici. Sullo sfondo la cucina italiana, con le sue mille diversità. Intervengono: Marco Bolasco (curatore della Guida Osterie d’Italia Slow Food e direttore enogastronomia e varia Giunti Editore), Federico Malinverno (presidente dell’associazione Premiate Trattorie Italiane), Fabio Picchi (Il Cibreo) e Andrea Gori (Trattoria Da Burde).

Domenica 10 marzo – ore 16.30 “Il sociale nel piatto degli chef” Un viaggio tra solidarietà e cultura attraverso due grandi iniziative benefiche realizzate dagli chef stellati Massimo Bottura e Massimiliano Alajmo, che saranno a Taste per raccontarle. Il primo, con il progetto Refettorio Ambrosiano per EXPO Milano 2015 – poi esportato a Londra, Parigi, Rio de Janeiro – fonda un luogo di accoglienza e ristoro per persone in difficoltà recuperando circa 15 tonnellate di eccedenze alimentari. Il secondo, con l’evento annuale Gusto per la Ricerca, riunisce eccellenze gastronomiche per raccogliere fondi destinati alla ricerca scientifica sulle neoplasie infantili e alle strutture di sussistenza rivolte all’infanzia. Intervengono Massimo Bottura e Massimiliano Alajmo.

_TASTE TOUR, il viaggio alla scoperta e all’assaggio dei prodotti di circa 380 aziende, selezionate tra le migliori produzioni di nicchia e di eccellenza provenienti da tutta Italia. Anche a questa edizione il percorso si presenta arricchito con l’area allo spazio Alcatraz.

_ TASTE TOOLS, una selezione di 14 brand con i loro oggetti di food & kitchen design, capi di abbigliamento, attrezzature tecniche e proposte innovative per la cucina.

_ TASTE SHOP, al Piazzale Gae Aulenti, è il negozio dove acquistare i prodotti esposti e approfonditi durante il percorso di degustazione. La scorsa edizione il negozio ha presentato 1.846 tipologie di prodotto per oltre 17.100 pezzi venduti.

_TASTE EVENTS: lo spazio al Teatro dell’Opera di Firenze è palcoscenico per un ricco programma di eventi – conversazioni, presentazioni di libri, degustazioni – oltre ad accogliere i Taste Ring e l’area riservata ai VIP Buyer.

E ancora, tra le importanti presentazioni alla Leopolda:

“A ognuno il suo panino… semplice, ricco, spontaneo, evocativo, insolito, tradizionale, personale”. Sabato 9 marzo alle ore 18.00 all’area Ring (Teatro dell’Opera), un talk che coinvolge Alberto Capatti, storico e presidente dell’Accademia Panino Italiano, Anna Prandoni, direttore de Il Panino Italiano e Daniele Reponi Maestro del panino. Interpreta il panino a fine talk con una degustazione dei pezzi ‘favoriti’: Riccardo Soncini, Maestro del Panino.

Torna il premio Tavoletta d’Oro 2019 – La Compagnia del Cioccolato incorona i migliori cioccolati italiani. Le Tavolette d’Oro, gli Oscar al cioccolato italiano di qualità secondo le valutazioni di Compagnia del Cioccolato, arrivano alla cerimonia finale nell’ area Ring (Teatro dell’Opera), lunedì 11 marzo alle 11,30. Quest’anno si raggiunge la 17° edizione del Premio che vuole segnalare i migliori cioccolati della Penisola nelle categorie: latte e latte ad alta percentuale di cacao, gianduia, fondente e origini, aromatizzati e speziati, praline, frutte ricoperte, spalmabili, cremini, cioccolati modicani e le Tavolette speciali (cioccolatiere emergente, cioccolatiere internazionale, cocktail al cioccolato).

“La Fiorentina. Osti, macellai e vini della vera bistecca”: nasce il primo libro su una specialità leggendaria. A Taste, lunedì 11 marzo alle ore 12.30 nell’area Ring (Teatro dell’Opera), va in scena la presentazione del primo libro tutto dedicato alla Fiorentina: gli allevamenti, le macellerie e i ristoranti dove apprezzarla a Firenze, in Toscana e in pochi selezionati indirizzi nel mondo. Aldo Fiordelli, giornalista e critico enogastronomico, racconta i segreti di questo piatto a pochi mesi dalla sua candidatura a patrimonio dell’Unesco, assieme a un moderatore d’eccezione come Davide Paolini. Un libro edito da Gruppo Editoriale, da leggere e da assaporare attraverso uno speciale storytelling fotografico.

Orario. Per rendere sempre più agevole il lavoro in fiera degli operatori del settore, Taste riserva loro una fascia oraria interamente dedicata: la mattina di sabato 9 e di domenica 10 marzo dalle 9.30 alle 14.30.

Dalle 14.30 alle 19.30 e lunedì dalle 9.30 alle 16.30, ingresso aperto anche al pubblico.

Official Hashtag: #Taste14 #PittiTaste #fuoriditaste #TasteRing #TasteShop #TasteTool #TasteTour

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here