Home Focus Aeroporto, assist della Lega per Nardella. Spada (candidato a Prato) appoggia...

Aeroporto, assist della Lega per Nardella. Spada (candidato a Prato) appoggia Biffoni contro Bocci sulla nuova pista

586
0

 

Piero Campani

Il Centrodestra subito sbugiardato. Inizia Marco Stella (Pdl) “Siamo tutti su questo palco per dimostrare che ci presentiamo uniti alle prossime elezioni” Bocci:” Possiamo farcela perché per la prima volta ci presentiamo tutti assieme”. Ci fermiamo qui perché tutti erano sulla stessa lunghezza d’onda.

MA NON AVEVANO FATTO I CONTI CON IL SINDACO DI PRATO

La Lega si sente forte dopo la prima uscita all’Isolotto di Salvini, Ceccardi, Bocci e i candidati di Prato e Livorno con una piazza quasi completa. Ma questi signori che vengono da fuori non conoscono bene i fiorentini.

Persone sincere, polemiche ma non le prendere in giro perché come con un colpo di tramontana sono capaci di cambiare casacca. Lo sa bene Renzi che in soli 2 anni si è mangiato quello che aveva costruito dando speranze a tutti. Poi svanite nel nulla.

La Lega è su questa strada perché non si può permettere di lanciare un sindaco per la città metropolitana con accanto un altro Spada a Prato che invece si rivela antagonista a quello di Firenze.

Già a 24 ore di distanza dalla prima uscita già in città si ragiona su cosa può offrire una coalizione che dopo un parto lungo e sofferto si presenta con due sindaci confinanti, uno armato contro l’altro. O meglio quello città laniera arrivato con Spada (approfittando del nome)  e elmetto per mettere con le spalle al muro in candidato della città metropolitana sul cui territorio sorge anche Prato. (Intervista sul Corriere Fiorentino)

Fin qui i fatti. C’è da chiedersi se l’uscita di Spada sia stata estemporanea oppure concordata con i vertici. Del tipo: “Diamoli un contentino a questi fiorentini ma poi li fermeremo”.

E Salvini cosa ne pensa? E la Ceccardi?

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here