Home TOP NEWS ITALPRESS Coronavirus: in Italia 283 contagiati, 7 decessi, 1 guarito

Coronavirus: in Italia 283 contagiati, 7 decessi, 1 guarito

111
0
ROMA (ITALPRESS) – “Registriamo 283 persone contagiate, 7 deceduti e un guarito”. Lo ha detto il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, nel corso della conferenza stampa sul coronavirus assieme al professore Walter Ricciardi, componente del comitato esecutivo dell’Oms e da ieri consigliere del ministro della Salute Roberto Speranza.
“L’incremento rispetto a ieri pomeriggio e’ di 54 unita’. In Sicilia e’ stata trovata positiva una signora che proviene dalla Lombardia, per questa persona sono ancora in corso le ultime verifiche da parte dell’Istituto Superiore di Sanita'”, ha aggiunto Borrelli confermando anche due casi di contagio in Toscana. “In Lombardia ci sono 212 persone contagiante con un incremento di 40 unita’ di cui 6 deceduti. In Veneto ci sono 38 unita’ con un incremento di 5 unita’ e 1 deceduta. In Emilia Romagna 23 unita’ con un incremento di 5 unita’. In Piemonte 3 unita’, tutte a Torino, lo stesso dato di ieri sera, cosi’ come per il Lazio che ha 3 unita’ di cui una guarita”, ha concluso il capo della Protezione Civile entrando nel dettaglio dei dati.
In Lombardia 101 casi a Lodi, 39 a Cremona, 17 a Pavia, 14 a Bergamo, 3 a Milano, 2 a Monza Brianza, 1 a Sondrio, inoltre, ci sono 35 casi positivi in fase di ospedalizzazione o in isolamento. In Veneto: 30 a Padova, 7 a Venezia e 1 a Treviso. In Emilia Romagna: 17 Piacenza, 4 a Parma, 1 a Modena e 1 a Rimini. In Piemonte ci sono 3 casi a Torino, mentre in Toscana 1 a Firenze e 1 a Pistoia. Un caso in Trentino Alto Adige, a Bolzano; un caso in Sicilia, a Palermo e 3 nel Lazio a Roma.
“E’ molto importante che il paese si muova unito per fronteggiare questi che sono due focolai e che bisogna evitare diventino una epidemia. Le misure che sono state prese – ha spiegato Ricciardi – vanno nella direzione giusta. Si stanno prendendo in questo momento tutte le misure necessarie anche in raccordo con gli altri paesi, quelli confinanti che vedremo oggi e anche quelli semi-confinanti. C’e’ un accordo totale anche con la Commissione europea e con l’Oms sulle misure che stiamo prendendo”.
(ITALPRESS).