Home TOP NEWS ITALPRESS Mediamonitor, in radio e in tv l’opposizione “oscura” Conte

Mediamonitor, in radio e in tv l’opposizione “oscura” Conte

123
0
ROMA (ITALPRESS) – Chi pensava che le opposizioni avessero avuto meno visibilita’ sui media nella fase 1 dell’emergenza Covid-19 si sbagliava: se, come prevedibile, l’esponente politico piu’ presente e’ stato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte (13.687 citazioni), immediatamente alle sue spalle c’e’ il leader della Lega Matteo Salvini (9787). Sommando i dati di Salvini con quelli della presidente di Fratelli d’Italia Giorgia Meloni (quinta in classifica con 6347 menzioni), i due esponenti dell’opposizione raccolgono quasi 2.500 citazioni in piu’ del premier.
A mettere in evidenza questi dati e’ il monitoraggio svolto su 22 emittenti radio e tv nazionali da Mediamonitor.it, che utilizza tecnologia e soluzioni sviluppate da Cedat 85, azienda attiva da oltre 30 anni nella fornitura dei contenuti provenienti dal parlato. Mediamonitor.it ha indagato quali sono stati, dal 21 febbraio (giorno in cui si e’ avuta la notizia del “paziente 1”) al 4 maggio (quando e’ iniziata ufficialmente la fase 2), i politici e gli esperti (virologi, infettivologi, epidemiologi) piu’ presenti in radio e in tv.
La classifica stilata da Mediamonitor.it vede al terzo posto Angelo Borrelli (8169), il capo della Protezione Civile protagonista della conferenza stampa quotidiana di aggiornamento, che lascia ai piedi del podio il presidente della Repubblica Sergio Mattarella (6733), mentre Domenico Arcuri, altro volto familiare della conferenza di aggiornamento in quanto nominato Commissario Straordinario del Governo per l’emergenza Covid-19 il 18 marzo, e’ 14° (3847).
Sesto, alle spalle di Giorgia Meloni, il primo esponente di governo: Roberto Gualtieri, ministro dell’Economia e delle Finanze, ottiene 6167 menzioni, sulla spinta delle misure economiche anti Coronavirus e delle polemiche sugli Eurobond. Fra i ministri, il secondo piu’ presente in radio e tv e’ Luigi Di Maio, titolare del dicastero degli Affari Esteri (11° con 4717 citazioni), il quale precede di misura il ministro per gli Affari Regionali e le Autonomie, Francesco Boccia (12° con 4610), chiamato a interloquire con i Governatori e a dirimere le divergenze sui provvedimenti per il contenimento del contagio. A sorpresa, il ministro della Salute Roberto Speranza (3632) e’ solo 16°, una posizione che lo vede in ombra nonostante l’importanza del suo dicastero in questa emergenza sanitaria. Le polemiche legate alla riapertura delle competizioni sportive, in particolare del campionato di calcio, hanno portato il ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport Vincenzo Spadafora (2431) al 17° posto, e precede la collega dell’Istruzione Lucia Azzolina (2431).
Nella classifica generale redatta da Mediamonitor.it, Gualtieri e’ tallonato da Matteo Renzi: il fondatore di Italia Viva e’ infatti settimo con 6016 citazioni. Per trovare un altro leader di partito dobbiamo scendere in decima posizione, dove c’e’ il leader di Forza Italia, Silvio Berlusconi (5162), che stacca i compagni di partito Antonio Tajani (20°) e Mariastella Gelmini (34°), rispettivamente con 2234 e 1059 menzioni. Nelle retrovie, al 53° posto e’ Nicola Fratoianni, segretario di Sinistra italiana (313), che partecipa all’alleanza di Governo.
Il ranking di Mediamonitor.it evidenzia inoltre il ruolo da protagonisti rivestito durante la fase 1 dai presidenti regionali, soprattutto quelli di Lombardia e Veneto, le zone piu’ colpite dal Covid-19: Attilio Fontana e Luca Zaia sono infatti all’ottavo e nono posto, rispettivamente con 5592 e 5421 citazioni. Nicola Zingaretti, 13°, totalizza 4475 menzioni grazie alla sua doppia veste di presidente della regione Lazio e segretario del PD. Il presidente della Campania, Vincenzo De Luca, e’ 15° (e terzo fra i Governatori) con 3653 citazioni. Piu’ indietro, in 25° posizione, la presidente della Calabria Jole Santelli (1434) che si e’ scontrata con il Governo centrale per la sua decisione di riaprire prima bar e ristoranti e altre attivita’. Seguono nell’ordine i presidenti della Regione Sicilia Nello Musumeci (28°, con 1328), della Puglia Michele Emiliano (29° con 1294), della Liguria Giovanni Toti (30°, con 1272), dell’Emilia – Romagna Stefano Bonaccini (31° con 1196), del Piemonte Alberto Cirio (33°, con 1115) e infine quello del Friuli – Venezia Giulia, Massimiliano Fedriga (51°, con 362).
Fra i sottosegretari il piu’ presente e’ il viceministro dell’Interno Vito Crimi, 21°: le sue 1906 menzioni sono dovute pero’ anche al suo ruolo di leader “ad interim” del M5S. Pierpaolo Sileri, viceministro della Salute spesso ospite televisivo e salito alle cronache anche perche’ risultato positivo al Coronavirus, e’ 35° con 960 menzioni. Distanziati in 41° e 50° posizione Antonio Misiani, viceministro dell’Economia (708), e Stefano Buffagni, sottosegretario allo Sviluppo Economico (494).
Massimo Galli, primario infettivologo dell’ospedale Sacco di Milano citato 2428 volte, si colloca al 19° posto, primo degli esperti in classifica generale; seguono Walter Ricciardi, consulente speciale del Ministero della Salute sull’epidemia e membro dell’esecutivo dell’Oms (22°con 1840 citazioni), i virologi Fabrizio Pregliasco (36° con 916), Roberto Burioni (37° con 894) e Ilaria Capua (39° con 845), gli epidemiologi Giovanni Rezza (42° con 693) e Pierluigi Lopalco (43° con 686) e il presidente dell’Istituto Superiore di Sanita’ Silvio Brusaferro (44° con 672).
(ITALPRESS).