Home MAGAZINE Le Case della Memoria lanciano a livello internazionale il nuovo portale e...

Le Case della Memoria lanciano a livello internazionale il nuovo portale e la piattaforma unificata di ticketing

202
0

L’Associazione Nazionale “Case della memoria” parteciperà domani, 28 maggio, all’incontro internazionale “Italy-Russia Round Table Discussion «Upgrade of Historical Memory as the Current Mission of Memorial Museums»”. Nell’occasione presenterà il nuovo portale e la piattaforma unificata di ticketing (si avvarrà del Sistema di bigliettera Tick@) come strumento di promozione delle case della memoria e degli eventi. Le novità consentiranno di avere maggiori contenuti, di accedere alle informazioni sulla geolocalizzazione delle case e quindi su come raggiungerle e la possibilità di prenotare una visita, di acquistare il singolo biglietto (selezionando data e orario preferito oppure optando per la data aperta) ma anche un abbonamento che permetterà l’ingresso in tutte le case storiche con una sola card.

La tavola rotonda italo-russa “Aggiornare la memoria storica come una vera missione dei musei commemorativi” nel programma commerciale del festival Intermuseum 2020, che si terrà il 28 maggio 11.15-13.15 ora italiana, verrà trasmessa in streaming su Zoom e sarà disponibile su YouTube. Coloro che desiderano unirsi alla trasmissione con la possibilità di porre domande tramite chat possono registrarsi al link https://givc-ru.zoom.us/webinar/register/WN_uwtOdj9eS2qld0GiTMxJiQ.

«Questo portale prende il via a livello italiano con la prospettiva di svilupparsi a livello europeo – commenta Adriano Rigoli, presidente dell’Associazione Nazionale Case della memoria -.  Gli utenti grazie a questa piattaforma avranno la possibilità di acquistare i ticket di ingresso per le Case della Memoria o semplicemente prenotare la visita con ingresso nel giorno e orario preferito per le case museo dove non è previsto il pagamento del biglietto per l’accesso. E anche quest’ultimo in tempi di emergenza Coronavirus è un servizio fondamentale». «La complicata gestione delle riaperture durante la fase 2 dell’emergenza Coronavirus – prosegue Marco Capaccioli, vicepresidente dell’Associazione Nazionale “Case della memoria” – interessa anche le Case della Memoria, benché si tratti di strutture facilitate dalle dimensioni limitate dove è più semplice gestire un numero di persone contingentato. La piattaforma di ticketing non sarà un semplice strumento di prenotazione ma una vera e propria piattaforma di comarketing. È arrivato il momento – conclude – di iniziare a guardare alle case museo come a partner ideali per la ripresa economica, luoghi di attrazione territoriale, di forte impulso alla ripresa commerciale».

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here