Home TOP NEWS ITALPRESS In duecento Comuni italiani la democrazia è digitale

In duecento Comuni italiani la democrazia è digitale

91
0
ROMA (ITALPRESS) – Il Comune di Polignano a Mare (Bari) si aggiunge agli oltre 200 comuni, 5 consigli regionali e alla Camera dei Deputati che in Italia utilizzano servizi e soluzioni tecnologiche per la trascrizione automatica in tempo reale delle sedute, brevettate da Cedat 85 e basate sul riconoscimento automatico della voce, la trascrizione in tempo reale, l’archiviazione digitalizzata e l’indicizzazione dei contenuti (www.cedat85.com/digital4democracy ).
Queste funzioni digitali, integrate in un’unica piattaforma, contribuiscono a migliorare la trasparenza delle assemblee pubbliche e portano una riduzione di tempi e costi nelle trascrizioni delle sedute consiliari. Il progetto si chiama Digital4Democracy (D4D). Tra i risultati di utilizzo, c’è anche la possibilità di accedere, attraverso il sito dell’ente, all’archivio audio e video delle sedute consiliari e di effettuare ricerche per singole parole chiave oltre che per intervento, oratore, ordine del giorno. I cittadini, registrandosi, possono anche attivare degli alert per essere avvisati quando nelle assemblee comunali viene trattato un determinato argomento di loro stretto interesse. Le Regioni nelle quali è più diffusa la soluzione Digital4Democracy, a supporto della democrazia digitale, sono, nell’ordine, Lombardia, Emilia-Romagna, Sicilia, Veneto, Lazio e Puglia.
Dalla fine del 2015, anche la Camera dei Deputati utilizza un sistema di resocontazione basato sul riconoscimento automatico della voce per la trascrizione delle sedute parlamentari. Grazie al continuo sviluppo, effettuato internamente dagli ingegneri e sviluppatori del Gruppo Cedat 85, le performances del riconoscimento hanno raggiunto un’accuratezza di trascrizione del parlato prossima ormai al 100%.
(ITALPRESS).