Home Focus Commisso, plusvalenze incredibili sulla vendita di campioni cullati dalla società e dalla...

Commisso, plusvalenze incredibili sulla vendita di campioni cullati dalla società e dalla città, quella spesso da lui contestata

admin
170
0

Ancora un acquisto importante dai viola da parte della Juve.  Prima Chiesa oggi Vlahovic. Entrambi dalla Fiorentina di Commisso alla Juve dopo che nell’intervista sul Financial Times Commisso ha disprezzato gli eredi dell’Avvocato al comando della squadra torinese. Commisso ha riempito di di SOLDI le casse della società come plusvalenze di campioni cresciuti nelle giovanili viola o ingaggiati da altri dirigenti.

Da La Gazzetta dello Sport 

“Non crediamo che gli Agnelli siano andati su Vlahovic per fare un dispetto a Rocco Commisso, che nella recente intervista al Financial Times li aveva descritti con parole e toni non esattamente lusinghieri. Gli affari sono affari e quando si tratta i sentimenti non contano, però il retropensiero è inevitabile e un ghigno beffardo è ammesso. Commisso avrebbe voluto cedere Vlahovic all’estero, all’Arsenal o al Tottenham in Premier League, ma il giocatore e i suoi agenti avevano in testa un’altra squadra e il presidente della Fiorentina si è dovuto piegare all’aritmetica del business.
Meglio lasciarlo andare subito a circa 75, seppure alla Juve, che domani a 40 o dopodomani a zero. Miglior lezione non può esserci per un imprenditore abituato a parlare molto in pubblico, a esternare giudizi su chiunque e a lodarsi da solo.
Commisso ha rilevato il club viola dai Della Valle nel giugno del 2019 per circa 150 milioni. Quella Fiorentina aveva già in pancia Federico Chiesa, cresciuto nel settore giovanile, e Vlahovic, preso giovanissimo dal Partizan Belgrado su intuizione di Pantaleo Corvino. Commisso ha venduto Chiesa nell’ottobre del 2020, per una valutazione finale da 50-60 milioni, e sta per privarsi di Vlahovic a circa 75, le cifre oscillano in base ai bonus.
I compratori sono gli eredi dell’Avvocato Agnelli, da lui disprezzati sulle colonne del Financial Times. In quella Fiorentina dell’estate 2019 c’era pure Veretout, passato alla Roma per circa 20 milioni. Commisso ha poi acquistato vari giocatori, ma se restiamo al solo calciomercato il conto del dare e avere risulta a suo favore. E va sottolineato come Commisso abbia capitalizzato al meglio le cessioni di tre calciatori ereditati dalla precedente gestione: notevoli plusvalenze sono state ottenute grazie a tre campioni cresciuti o ingaggiati da altri dirigenti. Non c’è nulla di male, ma ora i tifosi si aspettano che investa di suo nella squadra e permetta all’allenatore Vincenzo Italiano di mantenerla in zona Europa. Piatek non è Vlahovic.