Home Focus Arrestate a Barcellona 11 persone per una presunta truffa ai danni della...

Arrestate a Barcellona 11 persone per una presunta truffa ai danni della Fiorentina per i diritti Tv in Spagna

admin
254
0

La Polizia spagnola ha  arrestato 11 persone a Barcellona che, presumibilmente, facevano parte di una rete criminale atta al riciclaggio di denaro. La banda avrebbe truffato la Fiorentina sottraendo (o meglio, non facendo mai arrivare) circa 1.6 milioni di Euro alla società di viale Fanti. I malviventi sarebbero riusciti ad inserirsi in una comunicazione fra il club ed un’emittente che doveva corrispondere ai Viola una cifra in denaro per i diritti di trasmissione delle partite. I criminali, fintisi rappresentanti della Fiorentina sarebbero quindi riusciti ad appropriarsi del denaro. Soldi che hanno poi provveduto a riciclare investendo in criptovalute. Gli arresti, si legge, sono stati eseguiti a febbraio e l’indagine andava avanti dal 2018 quando il club toscano ha denunciato di aver subito un attacco informatico.

Un episodio incredibile. La società viola è stata al centro di una vera e proprio truffa,  che innesta le sue radici nel 2018, tutto per opera di due hacker spagnoli. Questi ultimi – attraverso l’uso della tecnologia – sono riusciti a farsi intestare la cospicua somma destinata ad arricchire le casse del club fiesolano, che avrebbe dovuto ricevere tale denaro in virtù degli accordi presi per i propri diritti televisivi. Perform, società di origine britannica con sede in Polonia, riceve nell’agosto del 2020 una mail da parte della stessa Fiorentina, che la esorta a versare la cifra concordata su un conto corrente aperto in una banca spagnola. I soldi vengono così depositati, ma i toscani non ricevono alcun bonifico bancario.

Immediate le denunce e le conseguenti indagini, volte ad indirizzo dei due hacker iberici ideatori del software che aveva manomesso tutte le operazioni. Adesso l’arresto di ben 11 persone