Home News Giornate nazionali delle Case dei personaggi illustri: più tempo per le adesioni

Giornate nazionali delle Case dei personaggi illustri: più tempo per le adesioni

Avatar
139
0

Due giornate dedicate ai luoghi che custodiscono la memoria e il lascito dei “Grandi”. Parte dall’Associazione Nazionale Case della Memoria l’invito a tutte le Case di Personaggi Illustri sparse nel nostro Paese, a unirsi idealmente per due giorni sotto la stessa insegna: valorizzare la memoria del passato. Piccole case o ville storiche, abitazioni o veri e propri musei, residenze stabili o “rifugi” estivi, in cui si respira un’atmosfera diversa, in cui la Storia si mescola con il presente, per mantenere vivo il ricordo di chi, pur non essendo più in vita, ha ancora molto da dire.

È per celebrare questi luoghi carichi di suggestione che l’Associazione Nazionale Case della Memoria, l’unica rete museale di case museo di personaggi illustri a livello nazionale che riunisce 90 case museo in 13 regioni italiane, ha deciso di promuovere in tutta Italia la Giornata nazionale delle Case dei personaggi illustri, in programma per il prossimo 2 e 3 aprile. Un’iniziativa che ha il patrocinio di Icom Italia e a cui tutte le case dei personaggi illustri italiani, non solo quelle facenti parte dell’Associazione potranno aderire.Viste le tante adesioni arrivate al momento e le numerose richieste di informazioni è stato deciso di prorogare al 27 marzo la possibilità di aderire da parte delle case, iscrivendosi sul portale www.casedellamemoria.it. Dal 21 al 31 marzo saranno quindi possibili le iscrizioni da parte del pubblico, sempre collegandosi al sito www.casedellamemoria.it, dove sarà presente un elenco delle case partecipanti corredato dalle indicazioni per prenotarsi.

«Due giorni di porte aperte per riaccendere l’attenzione sulle tantissime case di personaggi illustri di cui è disseminato il nostro Paese – spiega Adriano Rigoli presidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria -. Un modo per “unire le forze” e dire: noi ci siamo. Quello che da quasi vent’anni anima la nostra associazione è proprio la voglia di non lasciare indietro nessuno, ma anzi, fare il più possibile rete per arrivare a un fine comune: che si parli delle case dei “Grandi”, per alimentare la voglia di scoprirle e immergersi nella loro atmosfera».

«Abbiamo voluto aprire la nostra iniziativa a tutte le case italiane perché l’obbiettivo dev’essere quello di far conoscere il più possibile e con tutti i mezzi i tanti gioielli che l’Italia può vantare – aggiunge Marco Capacciolivicepresidente dell’Associazione Nazionale Case della Memoria -, non solo per aver dato i natali a tanti personaggi illustri ma anche perché ha ospitato tanti “Grandi” di altri Paesi che l’hanno scelta come casa. Quel patrimonio diffuso che tutto il mondo ci invidia e che dobbiamo continuare a tutelare e valorizzare a tutti i livelli».