Home Focus Torna BuyFood Toscana, 50 buyers da 22 paesi. Più di 70...

Torna BuyFood Toscana, 50 buyers da 22 paesi. Più di 70 le imprese toscane coinvolte

admin
161
0

Oltre 12mila operatori nel settore delle IG (Indicazioni Geografiche) per un valore dell’export pari a circa 68 milioni di euro, circa 660 mila gli ettari di superficie agricola utilizzata, di cui più del 34% certificata bio: cresce “l’impresa” delle produzioni food a denominazione certificata e diventa sempre più sostenibile. L’universo dei prodotti DOP, IGP, biologici, Prodotto di Montagna, Agriqualità e PAT (produzioni agroalimentari tradizionali) sarà al centro della prossima edizione di BuyFood Toscana 2022, la vetrina internazionale promossa dalla Regione Toscana per favorire l’incontro tra aziende che producono eccellenza sul territorio e importatori stranieri.

Più di 70 le imprese toscane coinvolte da questa quarta edizione nell’evento BtoB, in programma l’11 e 12 ottobre al Palazzo degli Affari di Firenze. Due giornate di appuntamenti e degustazioni dedicate a una cinquantina di buyer provenienti da 22 paesi, tra cui i mercati più rappresentativi per il Made in Tuscany: Europa, Nord America, Colombia e Cile. Tra le delegazioni più numerose Scandinavia, UK, Francia, USA e Canada, che hanno mostrato un grande interesse, nonostante il periodo di forte incertezza dovuto al costo delle materie prime e dell’energia. A dimostrazione di come il mercato chieda sempre più prodotti di qualità e di come la Toscana rappresenti un punto di riferimento. Buyfood Toscana 2022 è un evento di Regione Toscana e Camera di Commercio di Firenze, organizzato da PromoFirenze e Fondazione Sistema Toscana. L’evento si avvale della sinergia di Vetrina Toscana, il progetto di Regione Toscana e Unioncamere Toscana che unisce tipicità, autenticità dei territori e attenzione all’ambiente, mettendo in rete tutti coloro che offrono esperienze enogastronomiche.

PRODIZIONI DOP E IGP

Quest’anno a presentarsi all’audience straniera saranno 20 produzioni Dop e Igp:

Cantuccini toscani, Cinta senese, Farro della Garfagnana, Finocchiona, Lardo di Colonnata, Marrone del Mugello, Miele della Lunigiana, Mortadella di Prato, cinque Dop di Olio extravergine d’oliva (Chianti Classico, Lucca, Seggiano, Terre di Siena, Toscano), Pane Toscano, Panforte di Siena, Pecorino delle Balze Volterrane, Pecorino Romano, Pecorino Toscano, Ricciarelli di Siena, Vitellone Bianco dell’Appennino Centrale. Un ventaglio di prodotti in grado di rappresentare tutte le province, con Firenze, Siena e Grosseto in testa per numero di aziende presenti.