Home News FS / Bonus pendolari: Baccelli “Sono troppe le linee che vanno...

FS / Bonus pendolari: Baccelli “Sono troppe le linee che vanno male”

admin
117
0

Continuano i disagi sulle linee ferroviarie. Il bonus pendolari di settembre scatta per la linea Firenze-Pistoia- Lucca-Viareggio e per due linee diesel del bacino senese, la Siena-Chiusi e la Siena – Grosseto Per queste tre tratte è scattato il cosiddetto ‘ristoro’ destinato agli abbonati come risarcimento ritardi e soppressioni dei treni.

Il diritto al bonus matura quando l’indice di affidabilità è inferiore a 97,50 per cento, ma bisogna dire che nel mese di settembre ben 8 linee su 14 (ci sono anche la Firenze-Arezzo-Chiusi; la Faentina Firenze Borgo via Pontassieve; la Pisa-La Spezia ) sono sotto il 98 per cento e in alcuni casi molto vicino al limite. La linea della Valdiseve e la Firenze Siena sono a 97,56%. Le linee diesel nel loro complesso vanno male, in parte per i frequenti guasti e le soppressioni causate dalla vetustà del materiale, oltre che per guasti all’infrastruttura.

Sulla Firenze-Viareggio, che ha un indice di affidabilità del 97.18% i disagi sono stati di tutti i tipi, con numerosi eventi legati a cause esterne, passaggi a livello abbattuti dalle auto, presenza di estranei sulla linea, malfunzionamenti e rallentamenti al termine dei lavori estivi per il raddoppio, guasti a impianti e a materiali.

“Il bonus – ha detto l’assessore ai trasporti della regione Stefano Baccelli- non è una soluzione, ma segnala una patologia. Dal monitoraggio che fanno i nostri uffici abbiamo un quadro approfondito del servizio, se consideriamo la puntualità senza esclusione di causa, quella che rappresenta la vita quotidiana del pendolare,