Home FOCUS La Petit Robe di Chiara Bini a New York rende omaggio a...

La Petit Robe di Chiara Bini a New York rende omaggio a al fotografo Newton

admin
281
0

Con un omaggio a Helmut Newton, La Petit Robe di Chiara Boni porta il bondage in passerella a New York: “Le donne ritratte da Newton erano piene di potere”, spiega la stilista fiorentina tornata gia’ lo scorso luglio alle sfilate newyorchesi dopo la pausa obbligata del Covid. Piu’ dark, e ancorato all’immaginario del fotografo tedesco a cui quest’anno Palazzo Reale a Milano dedica una grande retrospettiva, il mood del prossimo autunno inverno: “In questo momento in cui abbiamo perso punti, abbiamo bisogno di tornare indietro negli anni a un’epoca quando le donne vincevano tanto”, ha spiegato la stilista nel backstage.

Il nero della pelle domina stavolta la collezione fatta di silhouette impeccabili e una palette di monocromatica illuminata da bianco invernale, tocchi di rosa azalea e qualche scintilla metallica. Se la Boni pensa a Newton, per Jason Wu, che ha sfilato nel teatrino Peter B. Lewis del Guggenheim, l’ispirazione e’ stata Marlene Dietrich che usava la moda per esplorare la fluidita’ di genere in un’epoca quando questi temi erano tabu’.

Il tempo passa per Proenza Schouler che ha celebrato in questi giorni il 20esimo anniversario del marchio con una collezione funzionale pensata per le donne che popolano la vita dei due stilisti, Lazaro Hernandez e Jack McCollough: artiste, scrittrici, intellettuali che gravitano attorno al marchio, tra cui l’attrice Chloe Sevigny che ha aperto la sfilata di sabato con una giacca nera su camicia bianca e la gonna nera di pelle fino ai piedi.