Home CRONACA Pontassieve / Il Toscanello d’oro fino al 4 giugno. Con Cristina d’Avena...

Pontassieve / Il Toscanello d’oro fino al 4 giugno. Con Cristina d’Avena e i Nomadi

Lorenzo Ottanelli
694
0

Si è aperta ieri, martedì 30 maggio, la 54esima edizione del Toscanello d’oro a Pontassieve, la festa dedicata a “vino, territorio e cultura” ha invaso il Borgo del paese e Piazza Cairoli, dove canteranno alcuni ospiti importanti.

Ad aprire le danze è Cristina d’Avena, che il 1 giugno, giovedì, canterà i suoi successi, tra le famose sigle dei cartoni animati e non solo. Si passa poi al 2 giugno, con la partecipazione dei Nomadi, sempre in Piazza Cairoli. Entrambi gli eventi saranno alle 21.

Grazie alla collaborazione con il consorzio Chianti Rufina, Pontassieve diventa Cittadella del Vino. Tante le iniziative nelle varie aree, con la possibilità di degustare più vini anche in più giorni, con la carta “Wine Card”. Ogni sera, in Piazza Vittorio Emanuele II sarà possibile anche gustare un buon aperitivo, grazie alla collaborazione con Slow Food. In Piazza XIV Martiri è allestito il Ristorante del Toscanello, mentre tutti i bar e i ristoranti del borgo faranno offerte speciali e ci sarà anche lo street food in Piazza Cairoli.

Tanta arte e cultura, oltre i due più importanti eventi musicali di cui abbiamo accennato prima. Il 3 giugno sarà presente Massimiliano Ossini, che racconterà il viaggio lento lungo gli appennini.

Molti gli eventi musicali tra il palco di Piazza Vittorio Emanuele II, le sale comunali, la Biblioteca, le Muratine e il Museo Geo. In programma anche molte attività per famiglie e bambini, le sfide culinarie, la sfilata del corteo storico, il concorso delle vetrine.

Sarà anche un Toscanello all’insegna dello sport, grazie alle associazioni sportive del territorio. Tra le proposte confermate in programma da citare il “Trofeo Toscanello” di calcio a 7, il pugilato, la corsa podistica del Toscanello (da 10km) e la seconda edizione del torneo di padel.

Tra le altre novità da segnalare non mancano i laboratori di artigianato, come quello di legatoria tenuto da Angela Zagari, e un nuovo spazio espositivo, “L’angolo degli antichi mestieri” in Via Tanzini, che durante il Toscanello d’Oro diventerà atelier dove scoprire il lavoro delle fiascaie, l’arte della liuteria o della lavorazione della ceramica.

Saranno inaugurate anche alcune mostre, tra cui “Fior di giaggiolo gli angeli belli stanno a mille in cielo…” presso il Museo Geo, dedicato all’uso del giaggiolo nella storia di Firenze. Per l’occasione, la Pro Loco di Pontassieve invita la cittadinanza a “far fiorire i balconi”, esponendo sui terrazzi e alle finestre piante e fiori.

Ci saranno altre iniziative, come il convegno “Biodea dalla natura per la natura: innovazione e ricerca a servizio dei viticoltori e olivicoltori” (giovedì 1 Giugno) e il convegno “Pontassieve crocevia di gente e di culture” – gli antichi cammini toscani a cura dell’ordine degli architetti Firenze.

Qui il programma:

pieghevoletoscanello2023.pdf (pontassieve.fi.it)