Home NEWS Pitti Immagine Uomo. A Firenze torna la festa della moda

Pitti Immagine Uomo. A Firenze torna la festa della moda

admin
385
0

di ElisabettaFailla

 Tutto pronto per l’edizione estiva di Pitti Uomo n. 104 che si svolgerà a Firenze dal 13 al 16 giugno in una Fortezza da Basso caratterizzata dal segno del guest designer Eli Russell Linnetz, fondatore di ERL. “Kick off” della nuova stagione moda, crocevia di giovani talenti, vetrina irrinunciabile per i big brand e palcoscenico di eventi irripetibili, la manifestazione realizzata da Pitti Immagine concentrerà in quattro giorni una visione ragionata di quello che sta accadendo sulle principali scene fashion internazionali: i designer più interessanti, i brand emergenti, i progetti speciali dei grandi marchi che – tra moda, espressione artistica e multimedialità – accendono i riflettori su Firenze.

Il format di questa edizione conferma alcune novità introdotte a gennaio e punta a un ampliamento e a una valorizzazione delle formule espositive. Il risultato è un percorso dinamico e fluido all’interno della Fortezza, mai scontato perché punteggiato con soluzioni inedite e proposte crossover, che fanno da specchio alle rinnovate esigenze del mercato.

“C’è voglia di rivedersi a Firenze – ha commentato Raffaello Napoleone, amministratore delegato di Pitti Immagine – Ecco quello che abbiamo percepito nei mesi durante i quali abbiamo lavorato a questa nuova edizione di Pitti Uomo. In un anno sicuramente non facile per il settore che rappresentiamo, la nostra manifestazione ha sempre più appeal: viene scelta e premiata come palcoscenico imperdibile per farsi conoscere e per incontrare i propri clienti internazionali”

Eli Russell Linnetz porta la sua creatività in Fortezza da Basso. Aartista poliedrico, creativo e creatore di mondi, trasformerà infatti il piazzale centrale della Fortezza da Basso in un set cinematografico, che cita espressamente un celebre cult hollywoodiano. Tra immaginazione e creazione, tra vero e verosimile, Eli costruisce storie in technicolor alle quali assistere come spettatori o partecipare come attori. E’ il gioco del “facciamo che”, del “make believe”, del sogno, non solo americano, da credere intensamente.

Pitti Games  è il nuovo tema dei saloni estivi di Pitti Immagine. Giocare, ecco la parola d’ordine. Perché il gioco è una dimensione ludica, sfidante ma soprattutto creativa, sinonimo di energia, impegno e di voglia di vincere. Tutti ingredienti che Pitti Immagine mette in pista attraverso la moda e il lifestyle, e che – grazie alla regia di Leonardo Corallini e al coordinamento del creative director Angelo Figus – si condensano nella nuova campagna adv.
“Questo è un tema che si sposa molto bene con il clima di ottimismo con cui ci apprestiamo ad aprire i prossimi saloni – ha affermato Agostino Poletto, direttore generale di Pitti Immagine – Per questo ci siamo spinti a immaginare i saloni di Pitti come un grande tavolo da gioco sul quale divertirsi, ma anche puntare il tutto per tutto, scommettere su se stessi e sulla propria strategia, considerare l’avversario e i partner, uscire dalle sicurezze, tentare qualche azzardo, essere individualisti o fare gioco di squadra. Riflettere, sparigliare, bluffare magari, mescolare, mischiare, mettere giù le carte. Insomma, il gioco ci offre moltissimi input, nella vita e nel nostro lavoro”.

Da non perdere in fiera La storica azienda Calabrese 1924, eccellenza del made in Italy nella produzione di cravatte ed accessori per l’eleganza maschile. A Pitti Uomo 104 presenta una speciale capsule collection realizzata per la non profit Humane Society International (HSI)/ Europe che sarà presentata al pubblico il 13 giugno dalle ore 11:00 alle 16:00 presso lo stand in Fortezza da Basso. La capsule dal titolo “Calabrese 4PETS” si compone di fazzoletti in cotone, da collo e da taschino, popolati da simpatici cani e gatti stilizzati, e dall’allure vintage, dove dolcissimi bassotti immersi tra fiori color pastello si alternano ad eleganti felini in papillons. La non profit Humane Society International (HSI)/Europe è una organizzazione Internazionale per la salvaguardia di tutti gli animali.

Sempre in tema di accessori, Doria 1905 prosegue il tema del viaggio, in cui Lei e Lui, un po’ zingari e un po’ hippy, trasmettono un senso di raffinatezza sottovoce ed essenziale, come la brezza marina.Lo sviluppo delle collezioni Doria prosegue sul suo riconoscibile filo conduttore e sposa ancora una volta la via del naturale, è questo il nuovo mood, senza eccessi, pulito e rispettoso dei codici dell’eleganza libera da rigore.

Materiali semplici, puri, grezzi e piccoli dettagli lussuosi regalano quel tocco di classe che esalta la semplicità dei materiali e delle linee. Intrecci grezzi, un po’ raw, ariosi e leggeri, creano disegni e trafori.

Paglie come fieno, raffia e Panama come grano arso dal sole o tinti di accesi colori della natura, Arso, Fieno, Lime, Lampone, Rosa, Ciclamino, Foglia, Aurora creano la palette della nuova stagione. Luci di aria e acqua come i blu e i grigi si rincorrono in nuance che raccontano la natura tra Infinito, Lago, Mare e Temporale.

Lino, cotone organico, canvas, lino délavé o misti di materiali naturali sono declinati nei colori e fantasie pastello che lasciano intravedere l’anima del filato senza mai rendere opaco il tessuto, svelandone sempre la sua trama e la sua primitiva matericità. Anche il denim si lascia contaminare dal viaggio per mare e interpreta uno stile pratico, un po’ street e un po’ sailor. Le forme iconiche di Doria si vestono di luce e di colore, patch e ricami giocano con le nuance dei fili, intrecci bi-tono raccontano la natura e nessun dettaglio è lasciato al caso perché possa raccontare questa rinata semplicità.

Un gradito ritorno è quello dell’associazione Le Mani di Napoli che mercoledì 14 giugno alle 16 ha organizzato, presso la Sala della Scherma in Fortezza, una tavola rotonda sul tema “Napoli dentro. Napoli addosso”, alla quale parteciperanno il sindaco di Napoli Gaetano Manfredi, il Magnifico Rettore dell’Università Federico II Matteo Lorito, il Presidente di Pitti Immagine Antonio De Matteis, il sindaco di Firenze Dario Nardella, lo chef Gennarino Esposito. A moderare la giornalista di moda e conduttrice Cinzia Malvini.

Nella seconda parte si darà invece spazio all’esposizione del Disciplinare della Sartoria Napoletana, un documento che rivoluzionerà il settore. Dopo aver individuato i fondamenti dello Stile Napoletano, Le Mani di Napoli si fanno carico di codificare e rispettare i processi tradizionali che ne interpretano lo spirito, conseguendo così risultati del massimo valore estetico, culturale e materiale. Solo un’associazione autorevole e convinta poteva spingersi su questo sentiero di trasparenza che porterà vantaggi a tutti e danni solo a chi prospera nell’ambiguità.

Come sempre, il centro di Firenze sarà invaso da tantissimi eventi. Fra i tanti verrà mostratalLa Pre-collezione SS24 di Aeronautica Militare, pratica e funzionale, con un gusto streetwear declinato però in stile military e con tanti riferimenti sportivi. Estrema versatilità, comfort ricercato, vestibilità comoda e impeccabile in ogni contesto sono quindi i cardini su cui si sviluppa questa Pre-collezione SS24 che interpreta il  mondo activewear in chiave moderna e contemporanea. Capi dall’anima poliedrica, declinati sia in versione maschile che femminile, per una collezione che ruota attorno a codici ben definiti e che pesca molti riferimenti dal mondo college.

La palette dei colori si sviluppa sui toni chiari del bianco, del ghiaccio e del beige e viene completata dal blu, da sempre colore di riferimento del brand, e da due colori accesi, il giallo e il rosso mattone. Vitaminico e vivace il giallo è sinonimo di ottimismo e allegria, mentre il rosso dona energia e vitalità ai diversi look.

Infine, dopo il successo dello scorso gennaio, Filippo, il ristorante versiliese legato all’ospitalità e alla cucina tailor-made, torna in Fortezza per la prossima edizione di Pitti Immagine Uomo. In fiera, porterà due distinte aree ristoro, dove ai piatti della tradizione toscana si alterneranno proposte fresche ed estive.
La prima, al Piano Attico del Padiglione Centrale, offrirà i servizi di Ristorante, Gastronomia take-away, Bar e Delivery (un servizio riservato agli espositori del Padiglione Centrale). In linea con il tema di Pitti Games, Filippo lancia una “sfida” giocosa, portando a Firenze uno dei piatti cult dell’estate versiliese: lo spaghetto alle arselle. Le arselle sono considerate l’oro della Versilia e questa ricetta, sebbene semplice, richiede pazienza ed esperienza per essere preparata al meglio.
Alla Sala delle Nazioni, invece, “Filippo Easy lunch”, sarà lo spot per una pausa veloce con Take-away e Bar. Qui, alla tradizionale ospitalità toscana si unirà un tocco di sapore internazionale, grazie alla presenza del cuoco Syuto Shinohara.