Home NEWS Pitti Uomo, Keeling presenta la moda ecosostenibile che rispetta gli oceani

Pitti Uomo, Keeling presenta la moda ecosostenibile che rispetta gli oceani

admin
434
0

Debutta a Pitti Uomo 104 Keeling, un marchio visionario che mira alla salvezza degli oceani ed attraverso la sua collezione si fa portavoce ed espressione dei meravigliosi colori dell’Oceano Indiano. L’Oceano è il fondamento di tutta la vita, un ambiente straordinario popolato da fauna e flora incredibilmente varie. L’Oceano plasma il nostro pianeta e collega le persone. Il nome del brand deriva da quello delle Isole Cocos, o Keeling da cui il brand prende il nome, territorio esterno dell’Australia costituito da due atolli e 27 isole coralline nell’Oceano Indiano, ed ha nel simbolo due delle stelle della costellazione della Croce del Sud (quelle a 5 e 7 punte).

La collezione Keeling Primavera Estate 2024 fa il suo debutto al Pitti Uomo 104 ed è stata creata dalla multinazionale Sealand International con l’obiettivo di fornire un total look agli amanti del mare, dove natura e bellezza sono i caratteri predominanti. I capi sportswear, beachwear e per il tempo libero sono generati da un design unico e realizzati in tutto il mondo con materiali riciclati sostenibili. Keeling è un’azienda internazionale che mette insieme capitali e risorse umane provenienti da Emirati Arabi, Stati Uniti, Cina e Italia grazie a Sealand International, società emiratina con sede a Dubai, appartenente a Hercules Holding.

Gli sforzi di Keeling per un’industria manifatturiera sostenibile fanno sì che il brand si ponga come uno dei player più attivi nel mondo della moda per la conservazione degli oceani. Tutto questo è possibile grazie al Clean Color, la rivoluzionaria tecnologia di tintura tessile sostenibile, che riduce significativamente l’uso di acqua fino al 98,9% e consente davvero di preservare i mari facendo penetrare le molecole del colore in maniera irregolare nelle fibre per conferire un aspetto irregolare alla superficie e rendere dunque ogni capo assolutamente unico.

“Il nostro brevetto permette di tingere i capi con una particolare soluzione completamente biodegradabile senza lasciare strascichi sull’ambiente – ha spiegato  Tommaso Conforti, Chief Technology Officer di Keeling – Siamo anche i proprietari esclusivi delle macchine che consentono l’adozione del Clean Color, per cui sono state avviate collaborazioni con diversi gruppi internazionali della moda”.

Oggi, 14 giugno, alle ore 14 è prevista una conferenza stampa nello stand Keeling, al Padiglione Cavaniglia della Fortezza da Basso, dal titolo: “KEELING & Green Universe – Saving the Ocean”. Dove si parlerà di come stile, colore e sostenibilità possono coesistere oggi grazie alla tecnologia Clean Color che permette, meglio di ogni altro brevetto sul mercato, di annullare i principali effetti dannosi e gravemente inquinanti della tintura, preservando l’acqua, il bene più prezioso per l’umanità.