Home ANNUNCI Sciopero in Toscana dalle 21 dei dipendenti FS

Sciopero in Toscana dalle 21 dei dipendenti FS

admin
1080
0

 

Inizierà alle 21 di stasera fino alla alla stessa ora di domani lo sciopero del personale ferroviario della Toscana. Disagi si prevedono maggiormente nelle tratte per Siena, Pisa e su tutta la linea  tirrenica che potrebbero subire variazioni come pure i treni regionali. Le Ferrovie hanno annunciato che alcuni treni locali potrebbero essere annullati.

Le segreterie regionali di FILT-FIT-UILT-UGL hanno proclamato una giornata di protesta del personale ferroviario della Toscana di Rete Ferroviaria Italiana addetto alla circolazione. Durante lo sciopero i treni potranno subire ritardi, soppressioni o limitazioni di percorso. Lo rendono noto le Ferrovie dello Stato con una nota. Per informazioni e per le modifiche alla circolazione contattare il call center Trenitalia 89.20.21 o www.fsitaliane.it (link diretto – http://www.trenitalia.com)

Sciopero compatto da parte dei dipendenti Ataf .  I Consiglieri comunaliTommaso Grassi di Sinistra e Cittadinanza e Ornella De Zordo di PerUnaltracittà hanno evidenziato la situazione dell’Ataf di fronte alle decisioni del sindaco Renzi e del responsabile Ataf.

“Per quanto ancora Renzi e Bonaccorsi faranno finta di non vedere che ogniqualvolta i lavoratori di ATAF scendono in piazza, la loro adesione rasenta la totalità come è avvenuto anche oggi con un’adesione di oltre il 97% ?” –
“La proposta di deliberazione predisposta dalla Giunta riguardo alla privatizzazione delle quote del Comune di Firenze nella società ATAF è difficilmente accettabile: si chiede al Consiglio di dare un mandato in bianco alla Giunta per apportare le modifiche allo Statuto di ATAF e a mettere in atto le linee guida predisposte dall’advisor. – concludono i due Consiglieri – Non ci stupiamo ma ci saremmo aspettati almeno che fosse riconosciuto, seppur con estremo ritardo e dopo che la decisione di fondo ormai era stata assunta, il ruolo determinate del Consiglio comunale, purtroppo ci dobbiamo ricredere e la nostra opposizione, in base al testo pervenutoci, non riguarda solo il merito ma anche il metodo sprezzante con cui l’Amministrazione Renzi intende portare avanti la privatizzazione di ATAF.”

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui