Home Focus L'inquinamento di Lastra ferma anche FirenzeStop alle auto: Il prefetto blocca...

L'inquinamento di Lastra ferma anche FirenzeStop alle auto: Il prefetto blocca lo sciopero dei vigili

416
0

Città Metropolitana di Firenze, Comune di Firenze e i Comuni dell’ ‘agglomerato urbano’ (insieme a Firenze sono Calenzano, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Lastra a Signa, Scandicci, Bagno a Ripoli) hanno emesso ordinanze perché sia osservato da domani, sabato 17 dicembre, fino a mercoledì 21 dicembre, il blocco del traffico a tutela della salute dei cittadini.

Blocco del traffico a Firenze e nei comuni della cintura metropolitana per smog da domani al 21 dicembre. Le limitazioni, che riguardano i centri abitati del capoluogo e dei comuni di Calenzano, Sesto Fiorentino, Campi Bisenzio, Signa, Lastra a Signa, Scandicci, Bagno a Ripoli, scattano in conseguenza della segnalazione dell’Arpat, l’ente ambientale della Regione Toscana, che ieri ha comunicato il raggiungimento di 6 superamenti del valore limite per la media giornaliera di Pm 10 (polveri) negli ultimi 7 giorni. I dati, uniti a condizioni meteo non favorevoli per la dispersione degli inquinanti nei prossimi giorni, impongono ai Comuni di emettere ordinanze di blocco della circolazione dei veicoli più inquinanti: il divieto di circolazione sarà dalle ore 8.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.30 alle ore 18.30 in tutti i centri abitati. Scatta anche il divieto, in ambito domestico, di accensione di caminetti, stufe, termocamini o termostufe.

Il divieto di circolazione e limitazioni riguadano i motocicli a 2 tempi Euro 1, auto a benzina Euro 1 e a diesel Euro 2 ed Euro 3, diesel Euro 1 ed Euro 2 per il trasporto merci.
   

IL PREFETTO BLOCCA LO SCIOPERO DEI VIGILI 

Differito ad altra data lo sciopero della polizia municipale fiorentina, indetto dalla Rsu del Comune di Firenze per domani sabato 17 dicembre. Lo ha disposto stamani il prefetto Alessio Giuffrida perché l’attività della polizia municipale, si spiega in una nota, “risulta essenziale per garantire il rispetto dell’ordinanza di limitazione del traffico, che il sindaco di Firenze ha adottato oggi contro l’inquinamento atmosferico e per l’abbattimento delle polveri sottili, sulla base di quanto comunicato da Arpat, circa l’attuale criticità della qualità dell’aria”.
    La necessità di adottare il provvedimento di differimento da parte del prefetto nasce dal fatto che “sussiste – come si legge nel provvedimento stesso – il fondato pericolo che l’azione di protesta procuri un pregiudizio grave e concreto all’adeguata tutela del diritto della persona alla salute, costituzionalmente garantito”.
   

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here