Home Vetrina Montella riparte dal derby dell’Appenino

Montella riparte dal derby dell’Appenino

137
0

di TOMMASO GIACOMELLI

Montella crede nella voglia di reazione dell’intera squadra 

“E’ una squadra molto giovane che sta subendo questo rendimento, sono emotivi. Però è ance una squadra che ha voglia di reagire, hanno fatto alemanni molto intensi con grande disponibilità. Bisogna entrare nella loro testa, hanno bisogno di tutti e mi auguro di riuscirci in poco tempo”. 

Fuori dal campo volano gli stracci tra la società e Pioli, una parte della tifoseria contesta ferocemente minacciando di disertare gli spalti per il primo tempo di domani in segno di protesta contro la dirigenza e un’altra frangia del tifo tappezza Firenze con una serie di striscioni “Della Valle vattene”. In tutto questo la Fiorentina ritorna in campo con un nuovo-vecchio condottiero in panchina, quel Vincenzo Montella già tecnico viola dal 2012 al 2015.

Il primo test del ritrovato allenatore della Fiorentina è il derby dell’Appennino contro il Bologna, un avversario temibile, che arriva al Franchi in piena lotta per non retrocedere e con un ruolino di marcia nelle ultime partite decisamente invidiabile. Dall’altra parte l’Aeroplanino vuole ripartire col piede giusto per conquistare di nuovo una platea che lo ha adorato, ma con la quale si è separato non senza polemiche.

In quei tre anni in riva all’Arno la squadra allenata da Montella ha incantato con un gioco spumeggiante e convincente, adesso la missione sarà più difficile perché mancano i giocatori di qualità di un tempo, ma gli obiettivi vanno costruiti strada facendo e il primo passo sarebbe una bella vittoria, che tra l’altro in casa manca addirittura dal 16 dicembre 2018, un 3-1 all’Empoli che sembra una vita fa.

Secondo più fonti il nuovo tecnico dei Viola dovrebbe ripartire da un 3-5-2 con Lafont in porta, Milenkovic, Pezzella e Vitor Hugo a comando della difesa, sugli esterni Biraghi con compiti più difensivi e Chiesa con licenza di attaccare, centrocampo affidato a Veretout, Benassi e Gerson, davanti Muriel e Simeone. Questo dovrebbe essere lo scacchiere designato per affrontare la squadra di Mihajlovic, un altro ex allenatore della Fiorentina mai tanto amato. In bocca al lupo a Montella per questo nuovo inizio e complimenti alla Primavera Viola che ha alzato la Coppa Italia dopo una vittoria 2-1 contro il Torino.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here