Home Starbene / Gusto Il sogno bordolese di Bibi Graetz si realizza: lo ‘Chateau in città”...

Il sogno bordolese di Bibi Graetz si realizza: lo ‘Chateau in città” accogli le uve per Testamatta e Colore

144
0

di Elisabetta Failla

“Siamo fatti anche noi della materia di cui son fatti i sogni; e nello spazio e nel tempo d’un sogno è racchiusa la nostra breve vita”, dice Prospero ne La Tempesta di William Shakespeare. E il sogno, il vigneron Bibi Graetz lo sta finalmente realizzando davvero con il “suo” Chateau in città a Fiesole. Un progetto nato nel 2018 quando ha acquistato il prestigioso Hotel Aurora, in precedenza una villa in cui hanno soggiornato re e regine come Vittoria d’Inghilterra, i reali d’Olanda e del Belgio, Margherita di Savoia.

Adesso, con la vendemmia di quest’anno, il sogno bordolese di Bibi Graetz sta prendendo corpo. Ha trasferito nel cuore di Fiesole, nella centralissima piazza Mino, due eccellenze dell’enologia toscana, Testamatta e Colore, i pluripremiati rossi che, per quanto riguarda l’annata 2018, hanno rispettivamente ottenuto100/100 da Decanter e 99/100 da James Suckling. Al Castello di Vincigliata restano la campagna e le vigne da dove, con un viaggio brevissimo, le uve arrivano allo Chateau urbano. Un concept nuovissimo per la Toscana e per l’Italia sullo stile delle grandi Maison vinicole francesi. Tutto in un luogo: la dimora di famiglia, ai piani bassi le cantine di vinificazione e la barricaia, con gli uffici e la logistica in piazza Mino. Ai piani superiori nascerà una foresteria per gli ospiti dell’azienda. Gli spazi dell’ex Blu Bar saranno organizzati e attrezzati per l’accoglienza di enoturisti e wine lovers. Non manca la sala degustazioni e la terrazza panoramica su Firenze per i clienti esclusivi. Un recupero sapiente degli edifici che ha cercato di salvaguardare il più possibile l’originalità della struttura.

“Fiesole – Ha spiegato Bibi Graetz – è il luogo dove il mio sogno sul vino è cominciato, dove anche io sono nato. È stato naturale cercare un luogo qui perché sono particolarmente legato a questa città. Quando ho saputo che questa bellissima proprietà nella piazza principale era stata messa in vendita non ci potevo credere e lì ho immaginato la nuova casa per Testamatta e Colore. D’altra parte – ha continuato – sentivo che era giunto anche il momento di fare una nuova cosa, di lanciarmi in una nuova avventura, di prendere il volo perché nel Castello non avevo più la possibilità di crescere, di svilupparmi, ma volevo in ogni caso restare vicino, per mantenere stretto il legame tra l’attività e la vita quotidiana della famiglia. Anche se, ovviamente, è difficile replicare la bellezza di Vincigliata”.

Un luogo caro ai fiorentini e non solo. Quanti hanno soggiornato al bellissimo Hotel Aurora? Oppure hanno fatto “quattro salti” in quella che per generazioni era una discoteca mentre adesso ci sono i tini dove spicca ancora la mirror ball?  Per non parlare di tutti coloro che salivano a Fiesole per un drink nella terrazza con vista. E il luogo rimane senza dubbio incantevole per chi visiterà la cantina. Alle spalle il Duomo e piazza Mino con il Palazzo Pretorio, sede del Comune, e la vicina Santa Maria Primerana, la chiesa più antica di Fiesole risalente a prima dell’anno 1000. E davanti un panorama da sogno su Firenze dove spiccano la Cupola del Brunelleschi e Palazzo Vecchio. Un luogo meraviglioso e unico che appartiene a chi il suo sogno lo sta realizzando davvero.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here