Home Focus Firenze. Al Parco del Mensola 650 nuovi alberi e 50mila tulipani

Firenze. Al Parco del Mensola 650 nuovi alberi e 50mila tulipani

218
0

Il Parco del Mensola diventa sempre più verde con 650 nuovi alberi e 50mila tulipani. In più sono in via di completamento i nuovi impianti di irrigazione e i sistemi di videosorveglianza.

Il parco è passato dal Consorzio di Bonifica al Comune di Firenze il 21 marzo e ora sono fioriti i tulipani dell’associazione “Le Tribù della Terra“.

Oggi hanno fatto un sopralluogo l’assessora all’Ambiente e agricoltura del comune di Firenze, Cecilia Del Re, insieme alla vicepresidente della giunta regionale, Stefania Saccardi.

“Dopo la realizzazione delle due casse di espansione del Mensola da parte del Consorzio di Bonifica – ha detto l’assessora Del Re –, il 21 marzo la gestione del parco è passata dal Consorzio al Comune. Abbiamo voluto ‘celebrare’ questo passaggio con la fioritura dei 50mila tulipani de ‘Le Tribù della Terra’ e il via alla messa a dimora di 650 nuovi alberi da parte del Consorzio in quest’area e lungo gli argini dell’Arno. Nel frattempo, il Consorzio sta realizzando il nuovo impianto di irrigazione servito da due pozzi. Dopo l’ascolto dei cittadini e residenti della zona, procederemo con l’affidamento di un incarico di progettazione per l’allestimento del parco. Non saranno necessari troppi interventi: potrebbe diventare un parco per la ‘land art’. L’appuntamento al parco del Mensola è il 24 aprile per un confronto con i cittadini e i residenti che già frequentano molto questo luogo”.

“Sta diventando una buona tradizione quella dei tulipani al parco del Mensola e al castello dell’Acciaiolo e questa è la miglior prova della bontà e dell’intelligenza dell’iniziativa. Offre l’occasione di un benessere da condividere, ma anche l’opportunità di apprezzare quanto la floricoltura sia in grado di esprimere, insieme, amore per l’ambiente e valori culturali” ha detto la vicepresidente della regione Saccardi.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here