Home Magazine Crociata in rosa in consiglio provinciale contro le slot machine

Crociata in rosa in consiglio provinciale contro le slot machine

admin
291
0

Una causa giusta ma impari contro il gioco d’azzardo,quella portata avanti dalle consigliere provinciali del PD Sara Biagiotti e Alessandra Fiorentini. In Italia e in particolare in Toscana, un po’ per cultura un po’ per noia, il gioco d’azzardo ha un bacino utenze enorme e si presenta come l’unico frammento di mercato ancora in crescita nonostante la crisi. Da qualche tempo le due consigliere si battevano spavaldamente e con onore per la rimozione delle slot Machine dai locali nelle vicinanze di Scuole, Ospedali e Luoghi di culto in modo da arginare il fenomeno di dipendenza dal gioco d’azzardo che costa cifre spropositate alla sanità Toscana e che lacera il tessuto sociale e familiare. Il fato però si oppone alle due paladine e mentre le prime vittorie politiche sull’argomento iniziavano ad arrivare con un intensificazione di controlli e regolamenti il ministro del Tesoro emetteva 50 nuove licenze per slot machine ON LINE rendendo di fatto vani gli  sforzi compiuti sino ad ora dato che i giocatori potrebbero giocare d’azzardo direttamente dal computer di casa inserendo codice fiscale e numero di carta di credito. La lotta insomma è cresciuta d’intensità ed adesso le due Consigliere stanno lottando per far revocare le licenze e riportare il problema dal virtuale al reale dove è più controllabile.

Gian Luca Caramelli

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui