Home Vetrina Gelmini:”Preoccupazione per i dati della variante Delta”

Gelmini:”Preoccupazione per i dati della variante Delta”

95
0

“La decisione” sul Green pass “verrà presa nella cabina di regia che si svolgerà nei prossimi giorni, probabilmente la prossima settimana, sarà lì la sede nella quale il governo si esprimerà”, ha dichiarato la ministra agli Affari regionali, Mariastella Gelmini. “E’ chiaro che guardiamo con preoccupazione la diffusione della variante Delta, stiamo monitorando l’andamento dei dati. Devo dire che è confortante il numero di inoculazioni giornaliere perché riusciamo a raggiungere, e spesso superare, le 500 mila inoculazioni al giorno e questo ci conforta”, ha spiegato.

“Il governo è molto attento alla variante, stiamo procedendo con i sequenziamento, stiamo andando avanti con le vaccinazioni, la prossima settimana si riunirà la cabina di regia per le decisioni del caso”, ha aggiunto. Per quanto riguarda il “modello francese”, Gelmini ha ribadito che “noi non inseguiamo modelli stranieri, troveremo una via italiana all’utilizzo del Green pass”.

Tra i contrari al modello francese il sottosegretario alla Salute, Pierpaolo Sileri: “No al green pass alla francese ora che i contagi sono ancora bassi, è da valutare in prospettiva per i grandi eventi se le ospedalizzazioni aumenteranno. Secondo Sileri, però, è “giusto usare il green pass per stadi e discoteche, per i ristoranti direi di no a meno che non si arrivi a 30mila casi al giorno”.

Contraria la leader di Fratelli d’Italia, Giorga Meloni: Mentre in Italia si guarda a Macron come “modello” – ha scritto su Facebook – la Germania dice no al Green Pass come requisito per partecipare alla vita sociale: la coercizione non è la via per guadagnare la fiducia dei cittadini. Secondo la stampa nostrana, chiunque provi ad opporsi ad una stretta così illiberale e pericolosa, è automaticamente un “novax”. Quindi, secondo certi giornalisti, anche Angela Merkel è una “novax”? Non se ne può più di questo approccio ideologico che continua a estremizzare il dibattito tentando di mettere le persone le une contro le altre”.

Di introdurre l’obbligo del green pass per entrare in bar e ristoranti, “ne parleremo se e quando ce ne sarà la necessità”, dice il leader della Lega Matteo Salvini. “Adesso chiediamo attenzione, rispetto delle regole però non possiamo terrorizzare la gente prima del tempo. Quindi se ce ne sarà la necessità vedremo se investire in sicurezza. Noi vogliamo garantire un’estate in salute e al lavoro. Fortunatamente la situazione è positiva, il piano vaccinale corre. Abbiamo archiviato i ritardi di Conte e Arcuri e grazie a Draghi e Figliuolo tutti quelli che vogliono mettersi in sicurezza possono farlo. Fragili e anziani sono coperti all’80%”.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here