Home Starbene / Gusto A Forte dei Marmi torna ‘A tavola sulla spiaggia’, il concorso gastronomico...

A Forte dei Marmi torna ‘A tavola sulla spiaggia’, il concorso gastronomico più glamour della Versilia

442
0

Non è estate a Forte dei Marmi senza A tavola sulla spiaggia, la manifestazione gastronomica, giunta alla 29ma edizione, ideata nel 1993 da quel ‘genio creativo’ di Gianni Mercatali sotto la sua tenda – ufficio al bagno Silvio.

Elena Petruzzi, vincitrice della scorsa edizione di A tavola sulla spiaggia

Da allora il concorso dedicato a chef non professionisti ma che amano la buona cucina è sempre andato in scena. Neanche la pandemia è riuscito a fermarlo seppur con alcuni cambiamenti. Quest’anno, visto il clima di incertezza, la sfida all’ultimo mestolo è stata anticipata al 28 luglio mentre la premiazione al 29 luglio e nuovamente senza il coinvolgimento del pubblico.

Tutto questo per motivi di sicurezza secondo un preciso e dettagliato protocollo redatto da una società del Gruppo Gelati di Parma operante a livello internazionale e leader per i servizi di qualità e certificazione nella ristorazione. Era necessario quindi confermare un ambiente ben circo

scritto per attivare i migliori controlli senza snaturare la filosofia stessa della manifestazione. Grazie alla comprensione e collaborazione di Carla e Gherardo Guidi, anche questa XXIX edizione si svolgerà “a porte chiuse” in Capannina, come l’anno scorso.

Annamaria Tossani

I tavoli della giuria saranno 4, predisposti a perimetro sulla tradizionale pista da ballo, per un totale di 40 metri per 40 giurati con un distanziamento fra loro di un metro. La manifestazione, presentata da Annamaria Tossani è un “goloso” show ideato e organizzato da Gianni Mercatali, per proclamare il “Piatto Forte” 2021 dedicato a Forte dei Marmi la cui Amministrazione Comunale anche quest’anno ha rinnovato il Patrocinio. Lo “scolapasta d’oro” creato da Petruzzi & Branca di Brescia sarà il simbolo della vittoria in questo originale talent mondano-gastronomico.

Novità anche per quanto riguarda i premi. Il Primo Premio Assoluto della Giuria Stampa sarà dedicato al Parmigiano Reggiano mentre, per la prima volta quest’anno, nella Giuria Stampa siederanno anche giornalisti di lifestyle per assegnare al concorrente e al piatto più elegante il Premio Rodo, la griffe italiana simbolo dell’eleganza artigianale nel mondo.

Anche quest’anno Gianfranco Vissani sarà il presidente della giuria

Gastronomicamente torna il tema del recupero, della cucina del riciclo, della sublime arte di preparare pietanze buone e salutari senza buttar via niente. Tanto che anche quest’anno gli organizzatori hanno invitato tutti i partner a donare propri prodotti al Banco Alimentare della Toscana.

Per quanto riguarda gli ingredienti, il Comitato Organizzatore ha deciso quest’anno di rivalutare il ruolo delle verdure nelle cucine casalinghe, elevando così l’universo vegetale a protagonista assoluto delle ricette in gara. Bando agli integralismi, però: carne e pesce continueranno ad essere presenti, come avviene ogni estate, ma i riflettori saranno accesi su ortaggi, legumi, verdure e così via, per affrancarli da quel ruolo di mero accompagnamento che troppo spesso hanno ingiustamente rivestito. Non più semplici contorni o comparse, insomma, ma primi attori.

Per il secondo anno per motivi tecnici i concorrenti saranno otto, suddivisi nelle quattro categorie di antipasti, primi, secondi e dolci anche se, sulla spiaggia, tradizionalmente queste categorie spariscono abbinati altrettanti vini.

Luca Calvani Concorrente 2021

Fra di loro alcune  celebrities come Luca Calvani, non solo celeberrimo attore apprezzato da Ozpetek ma anche grande appassionato di cucina, e Johnny Charlton che i “diversamente giovani” ricorderanno fin dal Cantagiro del ’66 e dal Sanremo ’67 quando cantava nei The Rokes e oggi apprezzato pittore che vive in Toscana. L’unico concorrente fiorentino sarà invece Niccolò Nesi che partecipa con il suo cucchiaio di crema di baccalà e patate con asparago e pelle croccante. Niccolò Nesi è un imprenditore nel settore delle calzature che si è sensibilizzato ai fornelli seguendo le capacità culinarie del padre. “Ho studiato a Milano – ha detto – e per mangiare bene avevo 2 alternative: andare al ristorante, ma avevo pochi soldi in tasca oppure imparare a cucinare. L’esperienza quasi quotidiana è diventata una passione. E oggi, c’è chi dice che sia una ‘golosa’ malattia”.

Come da tradizione, il servizio di catering, come sempre, sarà curato da Guido Guidi Ricevimenti che in poco più di 2 ore servirà con la sua squadra a 40 giurati 8 proposte gastronomiche cambiando 320 piatti e 8 vini sostituendo 320 calici da degustazione.

Lo chef Cristiano Tomei

In giuria giornalisti, opinion leader, produttori di vino e ristoratori. New entry quest’anno, per i vini da Bolgheri Donne Fittipaldi e da Panzano in Chianti l’Azienda Agricola Carobbio. Per la ristorazione dalla Maremma Alessandro Rossi del ristorante Gabbiano 3.0 una stella Michelin, da Lucca Cristiano Tomei ristorante L’Imbuto una stella Michelin. Non mancherà l’ormai fedele Gianfranco Vissani oltre agli amici ristoratori stellati della Versilia e, per la prima volta, un pizzaiolo. Ma che pizzaiolo! Romualdo Rizzuti dalle sue “Follie di Romualdo” di Firenze che anche quest’anno hanno conquistato tre spicchi dalla Guida del Gambero Rosso.

Niccolò Nesi, concorrente della 29ma edizioni
Bibi Graetz in giuria 2020
Johnny Charlton, concorrente 2021

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here