Home Focus Dopo l’aeroporto Nardella cambia idea anche sulla linea per S.Marco. Spariti i...

Dopo l’aeroporto Nardella cambia idea anche sulla linea per S.Marco. Spariti i tram a batteria, solo pali e fili attaccati ai palazzi

admin
157
0

“Non solo un progetto sbagliato: un tratto monco di tramvia per collegare piazza Libertà con San Marco per poi fermarsi lì. Non solo un bagno di sangue per i residenti che vedranno sparire 100 posti auto senza un’alternativa, ma, ciliegina sulla torta, ganci sulle mura dei palazzi e fili che deturperanno un altro pezzo di centro storico, dopo i pali in Santa Maria Novella”. Lo dichiara il consigliere di Fratelli d’Italia Jacopo Cellai insieme al capogruppo Alessandro Draghi, annunciando il voto contrario del gruppo sulla delibera per la VACS (Variante alternativa al centro storico) oggi in consiglio comunale, che stabilisce la mappatura dei ganci per l’attacco dei fili per l’alimentanzione del tram.

“Si sarebbe potuto, con buon senso, almeno cambiare la tempistica, andare avanti con le altre linee e sospendere la VACS in attesa di avere i tram alimentati a batteria. Ma questa giunta vuole ad ogni costo continuare a sbagliare. Dopo la scelta scellerata di occupare col tram i viali di circonvallazione del Poggi (senza che si sia pensato a una circonvallazione alternativa per le auto), ora si procede a spron battuto con il tram a fili per piazza Libertà, via Cavour, via Lamarmora e San Marco. Ci dicano almeno, visto che continuano a ripetere che in futuro saranno adottati ovunque i nuovi tram a batteria, quando questo avverrà, quali saranno i costi e chi li sosterrà” aggiungono Cellai e Draghi

Lega :” la Giunta sta prendendo in giro Firenze con i suoi “vedremo” e “faremo”

“Era il mese di Gennaio quando, con grande soddisfazione, il sindaco Nardella e l’assessore Giorgetti assistevano al viaggio del tram tra stazione e Fortezza alimentato da terra e annunciavano come imminente l’adozione di questo sistema per eliminare i pali a Santa Maria Novella, e invece eccoci oggi a votare la posa dei ganci ai muri dei palazzi da piazza della Libertà a piazza San Marco per costruire una ragnatela di fili che forse piacerebbe a Spider Man ma non certo ai fiorentini”. Lo dichiara il capogruppo di Lega Salvini Firenze Federico Bussolin.

“Noi siamo favorevoli al completamento dei percorsi tramviari –  continua – ma la Giunta sta prendendo in giro Firenze con i suoi “vedremo” e “faremo” mettendo in difficoltà chi crede nello sviluppo infrastrutturale della città. Che fine hanno fatto quei tram promessi dal sindaco per quella tratta? E perché si sceglie, nel 2021, di non adottare una tecnologia impiegata in tutta Europa da molti anni per salvare lo skyline unico del nostro centro storico?”.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui