Home Vetrina Svizzera: Sì ai matrimoni omosessuali. San Marino vota per l’aborto

Svizzera: Sì ai matrimoni omosessuali. San Marino vota per l’aborto

Avatar
163
0

Grande consenso in Svizzera per il matrimonio ugualitario per tutti. Secondo le ultime proiezioni, il referendum sarebbe passato con il 62,9% dei voti. Con la conferma del voto popolare il matrimonio omosessuale verrà equiparato a quello “tradizionale”, compresa anche la possibilità di adottare figli.

I primi dati reali provengono dai cantoni di Glarona e di Nidvald, in entrambi i casi la proposta sarebbe passata con il 61% dei voti favorevoli. Tutto questo nonostante la contrarietà della SVP, il partito populista elvetico.

Oggi però si vota anche a San Marino per depenalizzare l’aborto. Nella più vecchia repubblica europea, infatti, le donne rischiano fino a tre anni se abortiscono, sei anni invece al medico che compie l’operazione. Nel microstato, tuttavia, la legge non viene applicata: le donne vengono ad abortire in Italia, eludendo la norma.

Il Partito Democratico Cristiano, al governo, è contrario alla legalizzazione dell’aborto. Ha chiesto, infatti, di votare No per “difendere il diritto alla vita”.

La norma non tutela neanche le donne che si sottopongono all’aborto perché in pericolo di vita. Quando infatti viene compiuta un’operazione terapeutica in tal senso si apre un procedimento penale e la discrezionalità è del giudice, il quale può concedere una giustificazione solo “per stato di necessità”. Ma l’eccezione non esiste nel codice penale.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui