Home Vetrina Firenze. Cadavere del Ponte all’Indiano. Nessuna violenza sul corpo

Firenze. Cadavere del Ponte all’Indiano. Nessuna violenza sul corpo

Lorenzo Ottanelli
1019
0

Mercoledì alcuni dipendenti dell’Alia hanno trovato il cadavere di un uomo in un terreno vicino al Ponte all’Indiano. Dopo le prime verifiche e, grazie all’analisi sulle impronte digitali, le indagini hanno rivelato che l’uomo era un senza fissa dimora, 45enne e di origini indiane, con il permesso di soggiorno scaduto.

La Polizia Scientifica ha condotto i primi accertamenti. Il Pm ha disposto le indagini per omicidio volontario contro ignoti. L’uomo è stato rinvenuto completamente vestito, ma senza scarpe, in posizione supina.

Le prime rilevazioni sembravano escludere una morte violenta. Questa supposizione è stata confermata dall’esame autoptico, che ha dato esito negativo: nessuna violenza è stata perpetrata sul corpo dell’uomo. Ora si aspettano i risultati dell’esame tossicologico, che potrebbero rivelare o completamente escludere l’avvelenamento.

Le prime ricostruzioni prevedono la possibilità che l’uomo possa essersi inoltrato nel campo per pregare. Ciò spiegherebbe il motivo di non avere le scarpe ai piedi. Si è pensato ad un infarto, ma gli inquirenti non sono del tutto convinti: l’uomo sarebbe morto qualche ora prima del ritrovamento, ma potrebbe non essere deceduto in quel luogo. Le braccia alzate potrebbero far presupporre un trascinamento e, quindi, il coinvolgimento di terzi.

Dubbi anche sul fatto di non aver trovato documenti, soldi, cellulare o altri oggetti personali. Il Pm ha disposto che vengano visionati i filmati delle telecamere per controllare la presenza di altri soggetti, oltre a quello del cadavere trovato vicino al Ponte all’Indiano.