Home STARBENE / GUSTO Una Verticale Villa Bossi per festeggiare le Anteprime dei vini toscani

Una Verticale Villa Bossi per festeggiare le Anteprime dei vini toscani

admin
366
0

Nella settimana d presentazione delle Anteprime dei vini toscani, a Palazzo Gondi si è tenuta una verticale di Villa Bossi, attraverso alcuni anni iconici ed in grandi formati. La degustazione è stata guidata da Gabriele Gorelli MW e si è tenuta nell’imponente salone del rinascimentale Palazzo Gondi, costruito nel 1489 su disegno di Giuliano da Sangallo. Sono intervenuti il Marchese Bernardo Gondi ed il figlio Gerardo, oggi la 25° generazione, e l’enologo Fabrizio Moltard.

La Marchesi Gondi – Tenuta Bossi è situata nel cuore del Chianti Rufina, famosa zona vitivinicola, conosciuta fin dall’epoca degli Etruschi. E’ costituita da 315 ettari, di cui 20 ettari a vigneto, 30 ettari ad oliveto ed i restanti a boschi e seminativi. Appartiene dal 1592 ai Gondi, antica famiglia fiorentina di cui si hanno notizie fin dal XII secolo. Sotto la Villa vi sono le monumentali cantine a volta, dove maturano i vini in botti di rovere e barriques.

Il Villa Bossi da sempre emblema e massima espressione dell’azienda come Chianti Rufina Riserva, trova origine nel suo predecessore prodotto dall’antenata degli attuali proprietari, un vino chianti in stile Borgogna. Era il lontano 1878 quando Carlo Gondi con questa prima forma di riserva partecipò all’expo di Parigi e vinse tutta una sere di premi come è riportato dalle medaglie del suo listino prezzi.

Storicamente viene dal vigneto più importante dell’azienda, Il Vigneto Poggio Diamante, piantato per la prima volta dalla madre di Carlo, Marie Gondi de Labrugière, un delle prime imprenditrici vitivinicole toscane. La verticale ha ripercorso gli ultimi 50 anni di storia aziendale. Le annate in degustazione erano 1979, 1982, 1992, 1997, 2000, 2003, 2007, 2012, 2015, 2016, 2018 e si è concluso con il Chianti Rufina Riserva, Terraelectae Poggio Diamante 2018